Una nuova battaglia

Siccome ho un sacco di tempo libero, mi sembra giusto imbarcarmi in una nuova battaglia contro i mulini a vento.

Da qualche tempo a questa parte, sto notando che un sempre maggior numero di maschi italiani si definisce di etnia latina (scelta fra white, black, native american, asian...). Ancora una volta l’italiano medio si deve distinguere per la sua ignoranza e quindi sceglie “latino” perché questa è ciò che da sempre si sente dire senza considerare che la lingua della scelta è l’inglese.

Il problema è che, a livello internazionale, latino significa di origine sudamericana (abbreviazione dello spagnolo latinoamericano) e non mediterranea come in italiano.

Quindi, cari omuncoli dallo stivale, piantatela di fare sfoggio del vostro analfabetismo linguistico (nonché culturale) e scegliete l’etnia giusta (ossia white o caucasian)

  1. #1 by Daniele on 2 February 2013 - 12:39

    Beh, ma in realtà sono gli Americani che, negli ultimi decenni, hanno stravolto l’utilizzo della parola “latino”. Storicamente non è così. Basti pensare che con “latin lover” si intende italiani, francesi e spagnoli. Il latin lover per eccellenza era Rodolfo Valentino.

    • #2 by gattovi on 2 February 2013 - 16:58

      Attenzione perché stai facendo lo stesso errore dell’italiano medio. In inglese (beh, im americano) esiste l’aggettivo latin e l’aggettivo latino. Il fatto che ad un italiano sembrino la stessa cosa è la trappola.

      latin rimanda all’impero romano. latino è un prestito dallo spagnolo e si riferisce all’America Latina.

      • #3 by Locomotiva on 3 February 2013 - 15:45

        Aggiungi poi che gli stessi americani dicono Qui(d) Pro Quo per dire do ut des, che il latino non è loro pane ma lo usano lo stesso a muzzo peggio e più che in Italia.

        Il fatto inquietante è che dobbiamo adattarci noi alle pirlate linguistiche loro…

      • #4 by gattovi on 3 February 2013 - 16:19

        Vogliamo parlare di cosa gli italiani abbiano importato? “Quoto” col significato di “sono d’accordo”; “inconsistente” col significato di “incoerente”… :-)

      • #5 by Daniele on 4 February 2013 - 08:00

        Beh, ma, in italiano si traducono entrambi con “latino”. Quindi, se un Italiano dice “sono latino”, non dice nulla di sbagliato. In inglese, sarebbe “I’m latin” (in questo caso l’aggettivo diventa avverbio, come da norma).

      • #6 by gattovi on 4 February 2013 - 08:22

        Ma io sto appunto parlando dell’errore che gli italiani fanno in inglese :-)
        Giusto per essere rompiballe fino in fondo, in italiano si direbbe “sono latino” per indicare origine mediterranea e “sono latino-americano” per indicare origine sudamericana.
        Latin e latino sono aggettivi, non avverbi (http://it.wikipedia.org/wiki/Avverbio), anche in inglese :-)

      • #7 by Daniele on 4 February 2013 - 08:58

        Sulla questione del “quid pro quo” al posto di “do ut des” mi ero informato in passato, e pare che non ci siano ragioni o torti. Il termine “quid pro quo” era entrato in vigore nel tardo medievo in ambito farmaceutico, non era una vera locuzione latina:
        http://www.treccani.it/vocabolario/qui-pro-quo/
        Peraltro, noi italiani diciamo “qui” che non è neanche latino corretto.

      • #8 by Daniele on 4 February 2013 - 09:01

        Ah, ok… pensavo ti riferissi agli italiani che parlano italiano, non a quelli che parlano inglese. :-D

      • #9 by Locomotiva on 4 February 2013 - 14:41

        in effetti, è interessdante come in entrambe le direzioni, più una cosa è ignobile più attecchisce.

        Che siamo evidentemente due popoli fertili, per le minchiate.
        (però, noto, agli americani piace moltissimo ‘Gravitas’, intendendo un discorso fatto con tono serio e duro: e una volta tanto non è così fuori bersaglio)

  2. #10 by Locomotiva on 1 February 2013 - 09:11

    bhe, oddio, tra faccioni appiccicati sui muri e corruzione dilagante, secondo me qualcuno si confonde con la repubblica di Bananas

    • #11 by gattovi on 1 February 2013 - 09:15

      Il paragone è poco lusinghiero per la Repubblica di bananas ;-)

      • #12 by Locomotiva on 1 February 2013 - 10:21

        parli bene tu, dato che la lingua ufficiale del bananas è lo svedese.
        a proposito, stai portando le mutande sopra i pantaloni?

      • #13 by gattovi on 1 February 2013 - 12:36

        mi sfugge il riferimento. Una nuova trovata di Madonna?

      • #14 by Locomotiva on 1 February 2013 - 17:10

        Il dittatore dello stato libero di Bananas: il neoleletto presidente rivoluzionario, al suo primo discorso: “Io, sono il vostro nuovo Presidente. D’ora in avanti la lingua ufficiale del Bananas sarà lo svedese! Silenzio. A partire da ora tutti i cittadini saranno tenuti a cambiarsi la biancheria ogni 30 minuti! La biancheria sarà portata sugli indumenti. Per poter controllare. Oltre a ciò, tutti i ragazzi sotto il sedicesimo anno di età a partire da ora avranno 16 anni! (Castrado)”

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: