Indietro come i gamberi

Gay, Bindi contestata a Roma: ”Rimpiangerete unioni civili”

Non so che valore dare al titolo di La Repubblica (che ultimamente ne azzecca poche) ma se Rosy Bindi si è davvero così espressa, basterebbe ricordarle che in Italia le unioni civili non esistono proprio (al contrario di Spagna, Portogallo, Regno Unito, Svezia…). Se il problema è l’opposizione dei vescovi, bisognerebbe forse togliere loro questo potere,  non fare leggi papocchio a loro misura (che tanto ai vescovi le unioni civili non piaceranno mai. Tanto vale allora proporre una legge bella e giusta).
Pure divorzio e aborto erano invisi al Vaticano, eppure il senso civico prevalse i quelle occasioni. Per fortuna non c’erano Rosy Bindi all’epoca.

  1. #1 by Alex_Vr on 30 July 2012 - 19:42

    Non capisco perché i cardinali temano la poligamia… più possibilità di non usare i preservativi, più possibilità di avere figli da mandare a catechismo e quindi maggiori possibilità per i nostri preti di concupirli… quanto sono poco attenti ai loro interessi e quanto sono generosi, no? ;-)

  2. #2 by kusanagi65 on 21 July 2012 - 14:23

    Un’altro aspetto per cui l’europa dovrebbe unificarsi a livello legislativo, così finalmente smetteremmo di esse governati da uno staterello grande come un francobollo e ci adegueremmo ai paesi REALMENTE civili, almeno per quanto riguard i diritti delle coppie di fatto, che possono pure non essere omosessuali, tra l’altro.

    • #3 by gattovi on 21 July 2012 - 17:27

      Basterebbe poco: smetterla con menate del tipo “voto secondo coscienza” e cominciare a votare secondo la Costituzione e le regole dello Stato Italiano.

      • #4 by kusanagi65 on 21 July 2012 - 18:58

        Ah,le regole … perchè, in Italia da quando esattamente seguiamo le regole?
        Quelle che ci fanno di comodo, altrimenti …

      • #5 by Locomotiva on 22 July 2012 - 10:03

        ultima letta adesso su La Stampa: il cardinale (di Milano, mi pare) fa notare come un registro delle unioni civili potretebbe alla poligamia, dato che chiunque potrebbe far aggiungere tante mogli quante crede.

        (A parte che esistono anche culture in cui una moglie ha tanti mariti -ma non pretendiamo tanta cultura da una struttura omofoba – ma anche fosse?
        Tipo, Ma saran fatti suoi, se uno vuole avere sette suocere?

        E, se proprio, non sarebbe meglio vedere il testo della legge che istituisce il registro, prima di criticarla ad mentula canis)

      • #6 by gattovi on 22 July 2012 - 10:58

        Non mi esprime sulle idee e le parole di un cardinale: come rappresentante di una religione ha il diritto/dovere di esprimere le sue opinioni. Ma uno stato ha il dovere di garantire ai suoi cittadini pari dignità e diritti.
        Come dici tu, se uno vuole avere sette suocere sono affari suoi. Al cardinale cosa gliene viene? Forse il fatto che la possibile poligamia (o poliandria) di una parte dei cittadini obbliga tutti gli altri alla stessa situazione? Perché questo è esattamente il pensiero del cardinale (cioè lui ritiene che le sue idee debbano applicarsi a tutti gli altri). Il fatto che il mio vicino abbia un giardino ed io no, non significa che io sia obbligato a comperare un tagliaerba

      • #7 by gattovi on 22 July 2012 - 11:00

        OT: sono settimane che non riesco a pubblicare commenti sul tuo blog. La verifica via wordpress fallisce sempre :-(

      • #8 by Locomotiva on 22 July 2012 - 22:21

        Anche a me wordpres fa storie quando entro qui – ho un account gravatar.
        E i simpaticerrimi di blogger stanno smandruppando il sistema in questo periodo, con tutta la loro capacità di far danni.
        La tecnologia funziona per vie misteriose.

        Datti come anonimo, se proprio non va…

  3. #9 by Locomotiva on 20 July 2012 - 21:59

    mi viene il dubbio che, per andare indietro, prima sarebbe da andate avanti e poi rinculare.
    Mi pare che in rinculare ci sia una R di troppo, in questo caso.

    che siamo fermi all’alto medioevo.

    • #10 by gattovi on 20 July 2012 - 22:23

      Che il presidente di un partito che dovrebbe essere di sinistra venga a dire che è una cosa positiva che all’interno del medesimo partito ci sia chi sia contrario all’allargamento dei diritti a (quasi) tutti, mi fa venire la pelle d’oca.
      Ora, se questi sono diritti che valgono per tutti, ci si deve adoperare per togliere i limiti attuali. Invece pare che il PD di Rosy Bindi abbia altre idee in merito. Tipo non far arrabbiare i vescovi.
      Nel video, Bindi si lamenta che a suo tempo, lei c’ha messo la faccia. Per cosa, mi chiedo, visto che in Italia, al momento attuale, non c’è alcuna legge che tuteli le “coppie di fatto”? Forse avrebbe dovuto metterci altro, invece della faccia. Magari il cuore.
      Bindi era democristiana… e lo è rimasta

      • #11 by Locomotiva on 21 July 2012 - 14:25

        credo si tratti dello spirito di tafazi.

        Che, contenta lei, se la Bindi ha da baciare le pile, si accomodi: è suo diritto.
        Pure suo diritto ritenere che gli altri non hanno diritto.

        Quello che sfugge è perchè un partito che si dice di sinistra abbia usato il diritto di voto per eleggere un’estranea presidente e pochi nel Partito abbiano usato il diritto di pigliarla a pernacchie dopo questa uscita.

        Misteri, questi diritti a senso unico…

      • #12 by gattovi on 21 July 2012 - 17:30

        Assolutamente d’accordo. E ha pure il coraggio di fare la piccata? Mentre sbraita contro chi la critica, ha la faccia tosta di affermare di essere contenta di essere in un partito con molte diverse linee di pensiero. Bella coerenza. Cioè le linee di pensiero possono essere molte finché sono quelle che vuol lei.

      • #13 by Morgaine le Fée on 30 July 2012 - 01:00

        è abbastanza risaputo che il PD é composto di gente omofobica, sessista tanto quanto SB eccetera, solo che invece di dirlo apertamente si danno la patina di progressisti.
        Poi te li ritrovi che ti fanno la battutina sui froci (detto con loro termini, eh), e ti mettono i manifesti con la donna senza testa e le gonne al vento giustificandoli con ‘liberazione sessuale della donna’. Sisi, come no.

      • #14 by gattovi on 30 July 2012 - 08:30

        Direi che pure loro rappresentano una parte dell’Italia che voglio dimenticare. Peccato però che siano loro a non permettermelo

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: