Scrivimi. Ti sfido!

Ma davvero mi vuoi scrivere?

Magari un messaggio neutro, senza né nomi né riferimenti, così lo puoi mandare (o l'hai già mandato) a tutti gli altri blog che hai trovato, eh?

Prima di farmi le tue domande, sempre le solite, e alle quali ho già risposto millanta volte, hai dato uno sguardo al tag "Svezia"? Hai letto questo post?
Sei sicuro di essere pronto a mollare tutto per trasferirti in Svezia?
Guarda che qui non c'è la mamma che ti prepara la colazione e ti lava le mutande.
Sei preparato a sostenere l'impatto culturale?
Ce la fai a rinunciare alla pasta?
Sei disposto ad imparare al più presto lo svedese, 'ché con l'inglese si campa in Inghilterra, USA, Canada, Australia ed altri paesi, ma qui si parla svedese?
Sei cosciente che non sei più bello solo perché sei italiano? Non ti si apriranno le porte perché usi le tue vocali lunghe alternate ad una o due consonanti al massimo. Qui sarai un immigrato e dovrai lottare il doppio per avere quello che vuoi.
E se prevedi di sopravvivere facendo le pulizie (figuriamoci! Ti stancherai dopo una settimana e tornerai da mammà. Per il resto della tua vita spalerai skit (=merda) sulla Svezia) solo con l'inglese, quali prospettive ti prefissi? Perché il datore di lavoro dovrebbe scegliere te, italiano mangia-spaghetti, con la puzza sotto il naso, che tornerà nello stivale alla prima difficoltà e non invece l'ingegnere curdo o iraniano, che in patria non può tornare e quindi resta in Svezia e si accontenta del lavoro al minimo sindacale basta che gli rinnovino il permesso di soggiorno?

Se nonostante tutto pensi di aver le palle per fare il grande balzo, e ritieni che questo Gatto possa rispondere ad alcune tue domande, allora l'indirizzo email è la parte dell'url prima di splinder.com at, chiocciola o come la vuoi chiamare, più l'acronimo di "italia on online" punto la TLD del paese che ha dato i natali, le pasque e le befane a Manzoni, Leopardi, Tasso, Dante e altri.

Un'ultima cosa. Se mi scrivi, ed io ti rispondo, è educazione (un minimo) ringraziare per il tempo che ho impiegato a cercare di dare corpo alle tue illusioni. Se nemmeno questo sai fare, meglio che resti a casetta tua e ci risparmi le tue lagne da "sono stufo di come va qua"

<!– –>

  1. #1 by utente anonimo on 8 October 2011 - 10:59

    Comunque sul web sono tutti ammalati di "scandinavite" e pensano di installarsi qui parlando solo inglese. Tu conosci per caso gente che lavora in Svezia senza sapere lo svedese? Io, come te, ho dovuto impararlo – non mi sembra esistano scorciatoie.buona giornataAlex

  2. #2 by GattoVI on 7 October 2011 - 10:37

    Ha ha ha! Quelli fanno tenerezza :-)

  3. #3 by utente anonimo on 7 October 2011 - 08:28

    Comunque, tra gli avventori dei blog sulla Svezia, quelli che proprio non sopporto sono gli ingegneri italiani. Si credono gli unici laureati del globo. Alcuni pensano addirittura di venire qua e di insegnare italiano all'università (giuro!). Aaaargghhhhhh!

  4. #4 by utente anonimo on 7 October 2011 - 08:21

    Infatti si trattava di problema temporaneo…Tutto funziona perfettamente ora.Mi sa che troppe ore di laboratorio mi fanno male… ; )Buon week-end, è sempre piacevole leggerti.

  5. #5 by utente anonimo on 7 October 2011 - 08:19

    Perché quando ci cliccavo sopra non mi appariva nulla.Oggi riprovo, forse era un problema temporaneo.Arrivederci

  6. #6 by GattoVI on 30 September 2011 - 12:46

    Ale: no, non è cancellato. Perché chiedi?

  7. #7 by utente anonimo on 28 September 2011 - 08:40

    Ciao Gatto, hai per caso cancellato il post collegato al link "Svezia"? Pure io non ne posso più di tutti quelli che vogliono emigrare in Svezia. BastaaaBuona giornataAlex ; ) 

  8. #8 by utente anonimo on 5 September 2011 - 13:40

    Scusa, Verdefoglia, ma vuoi mettere i cessi svedesi con quelli italainai? C*é molto meno lavoro nel pulirli! ; D

  9. #9 by utente anonimo on 5 September 2011 - 12:26

    Eh, Verdefoglia, dipende… se vuoi riciclarti nell'archeologia scandinava ma anche qui, come avrai notato stanno messi mica tanto bene. Solo il 4% dei beni archeologici viene scavato e in caso di lavori d'emergenza (strade, tubature ecc.). Gli scavi dell'università rimangono un campo di esercitazione per gli studenti. In conservazione dei beni culturali è ancora peggio, a parte qualche legno e pietra runica, non è che ci sia molto. Quei pochi lavori che ci sono se li tengono per loro – come non capirli.Le scienze naturali sono interessantissime e poi qui siamo o non siamo nella patria di Linneo? Io mi sono tirata su le maniche e via, morto un Papa se ne da un altro! Le basi archeologiche sono utili anche in altre materie (e poi, dopo una laurea VO presa in uno scassatissimo e incasinatissimo ateneo sopravvivi a tutto…In bocca al lupo per gli studi – ciao : )Ale

  10. #10 by Verdefoglia79 on 17 August 2011 - 12:43

    @Ale: Un´altra archeologa pentita? Bene, il mondo ne é pieno a quanto vedo :)Complimenti per la tenacia nel ricominciare a studiare una nuova materia, io non me la sentirei…. siccome sono testarda provo ancora per la strada archeologica anche quassú, ma con mooolte riserve… vedremo cosa mi portano i prossimi mesi di universitá e poi decideró se continuare o mollare per sempre e andare a pulire i cessi da qualche parte ;)

  11. #11 by utente anonimo on 25 July 2011 - 12:37

    Stockholm län!Alex

  12. #12 by GattoVI on 24 July 2011 - 18:28

    Alex: giusto per curiosità, dove vivi?

  13. #13 by utente anonimo on 24 July 2011 - 15:23

    Ex-archeologa, Gatto, visto che ho proseguito per le scienze naturali. Un'impresa a dir poco folle, alla mia età, una fatica… ma non ne potevo più di stare in quel mercato così poco fruttuoso, pure qui…Quando leggo di laureati in conservazione dei beni culturali che vogliono trasferirsi in Scandinavia mi dico "mon Dieu!". Che vuoi, bisogna pur riciclarsi in qualche modo. Un saluto! : ) Alex

  14. #14 by GattoVI on 15 July 2011 - 12:18

    Uff! Peccato: avevo un sacco di domande.

  15. #15 by utente anonimo on 15 July 2011 - 09:15

    Gatto, l' impiegato ai brevetti non era riferito al sottoscritto che di certo non raggiungerà mai le "vette" di quella persona…si chiamava Albert e credo che a Princeton forse si ricordino ancora di lui……Thyberius

  16. #16 by GattoVI on 15 July 2011 - 08:50

    Thyberius: personalmente non credo che l'intenzione fosse di sbeffeggiare nessuno. Sono convinto che fosse un discorso in generale, sicuramente non rivolto a te in particolare.Mi dici che sei un  impiegato all'ufficio brevetti?  Questa cosa mi affascina alquanto! Dimmi un po': brevetto è la stessa cosa di trademark?

  17. #17 by utente anonimo on 15 July 2011 - 08:32

    Gatto, nessun litigio.Ho fatto una domanda, ho avuto una risposta, per me nessun problema.Semmai il problema è nel mondo che non cambia mai visto che nel 21 secolo ancora c'è lo stesso "atteggiamento" per cui taluni "sbeffeggiavano" le parole e le idee di un povero impiegato di un ufficio brevetti…Thyberius

  18. #18 by GattoVI on 14 July 2011 - 22:52

    Su, non litigate adesso. Datevi la manina e fate la pace. Ecco, bravi :-)

  19. #19 by utente anonimo on 14 July 2011 - 21:29

    @Alessandra: io veramente parlavo di "atteggiamento" ovvero modo di porsi in un certo contesto che credo sia una ocsa un attimo "distaccata" dal numero di lauree o meno possedute…al mondo ci sono persone che magari non hanno nemmeno fatto un giorni di scuola ma hanno un atteggiamento positivo e prepositivo come ci sono altri che hanno un lungo elenco di titoli ma con un atteggiamento ed una mentalità più piccola di un quanto…con questo vediamo di essere chiari non intendo dire che tu appartenga ad una di tali categorie ( anche perchè credo che voler inserire le persone in catetorie sia alquanto "squallido"), chiedevo semplicemente ed in modo, a mio modo di vedere,  educato e civile la tua opinione su una cosa che avevo notato…prendo atto della tua, che più che una risposta, ha il vago sapore di un offensiva ad un attacco che non è mai esistito…e qui concludo ringraziando per altro Gatto per lo spazio concesso nella sua casa.Thyberius

  20. #20 by utente anonimo on 14 July 2011 - 15:34

    Infatti ne ho intercettati parecchi al ritorno da Norberg. C'era una manifestazione di auto d'epoca americane. Argh, sembrava di stare nella provincia yankee (il che non è che sia il massimo, ve l'assicuro – l'America come la si vede nei film, appunto la si vede solo lì o se si ha l'American Express platinum).Ale : )

  21. #21 by GattoVI on 14 July 2011 - 14:10

    Ale: i burini esistono pure qui.  basta andare un po' fuori le grandi città durante i weekend per imbattersi nei lantisar che se ne vanno in giro a bordo delle auto amerregane. Una cosa che offende la vista ;-)

  22. #22 by utente anonimo on 14 July 2011 - 13:54

    Giusto per concludere la discussione, in Svezia si sta benissimo e nessuno ha voglia di tornare indietro! Fare delle critiche non significa trovarsi male nel Paese ospitante, ma solo smontare certi miti. Gli stessi miti che attraggono certi tipi, come quello che ha postato al Gatto, che vengono qui con l'idea di fare i fighetti, fare incetta di svedesi bone e guadagnare un pacco di soldi, deambulando con la macchina tamarra e musica a tutto volume (ebbene sì, i burini non hanno nazionalità!).Con questo, buona giornata a tutti!Questa è una reazione post caffè.Ale : )

  23. #23 by utente anonimo on 14 July 2011 - 13:38

    A' Tibe' e tu che studi hai fatto? Quante lauree hai?Non credo oseresti porti in questo modo nei confronti di chi ha una laurea in ingegneria, medicina, chimica, legge ecc., vero? Invece, quando si tratta di archeologi tutto pensano di poter dire la loro o, peggio, metterne in dubbio la preparazione. Errore, perché non é facile diventare archeologo e non basta leggere le rivistine o libretti trovati in biblioteca, ma studiare duro e aggiornarsi, anche in materie scientifiche e, soprattutto, in altre lingue.(Scusa, Gatto, ma questa ci voleva, e che cavolo!)Ah, tanto per chiarire, questa è una reazione internazionale.Ale

  24. #24 by utente anonimo on 13 July 2011 - 11:28

    @ Gatto: Sì, dalla disperazione!!! : )Ale

  25. #25 by utente anonimo on 12 July 2011 - 20:52

    @Alessandra : quindi un archeologa…studi il passato….forse allora dovresti più di altri capire come sia importante l' atteggiamento con cui si pone una questione…e se posso permettermi di osservare tu su alcune questioni ti poni in modo molto "italiano"…questa ovviamente la mia opinione…mi piacerebbe sapere la tuaThyberius

  26. #26 by GattoVI on 12 July 2011 - 17:48

    Alessandra: sei la seconda archeologa che bazzica su questo blog. Tutte in Svezia siete finite? ;-)

  27. #27 by utente anonimo on 12 July 2011 - 16:13

    Ebbene sì, caro Thyberius, sono ancora integra e in Svezia : )Gatto ha pienamente ragione e ho apprezzato la sua risposta.Personalmente, non avendo mai considerato l'Italia la mia patria non mi sono posta il problema di viverci o meno. Mentre stavo lì trovavo sempre una scusa per vivere 6 mesi all'anno fuori tra un progetto di lavoro/studio e l'altro (impossibile fare archeologia senza raccomandazione in Italia, io non ce l'avevo e mi sono dovuta arrangiare fuori di essa).La Svezia, come tanti altri Paesi fuori dello stivale e del Mediterraneo, è ottima. Semplicemente mi piace sollevare qualche discussione per capire cosa ne pensano gli italiani all'estero e cosa si aspettano dall'emigrazione, al di là degli idealizzazioni. Il fatto che c'è gente che lo capisce e gente che, invece, ne fa un'offesa personale – atteggiamento peraltro molto italiano.Io fossi il Gatto, manco risponderei a certi "italiani medi" che non riescono a sopravvivere senza mamma e pastasciutta pronta ma lui è troppo generoso.Un abbraccio a tutti e buona giornata – ieri di ritorno da gita a Gamla Uppsala e a Norberg, l'area delle miniere ottocentesche – mitiche fike in campagna, slurp!Alessandra

  28. #28 by kusanagi on 11 July 2011 - 17:40

    Secondo me l'Italia di oggi e' arretrata culturalmente ed ha una mentalita' vecchia di 20-30 anni, al di la' delle opportunita' di lavoro o della corruzione, che come dice giustamente Gatto c'e' dappertutto dove c'e' potere, ma solo  da noi in Italia assurge a  sistema e a modello, anche se nessuno lo ammette.Poi confrontare l'Italia con altre nazioni non si puo', perche' l"italia non e' una nazione, ma un gruppo di persone estremamente diverse tra loro  che vivono entro gli stessi confini.Io non ho tanta esperienza di estero, pero'  sono andato a Londra  in vacanza gia' tre volte, e posso dire che la' mi trovo a casa, qua in Italia  no, e mi rendo conto che e' un problema mio, perche' molte persone che conosco nemmeno si pongono il problema.Ovviamente so bene che non e' il bengodi o il paese delle meraviglie, ma almeno si respira aria sana e fresca, c'e' l'idea di una nazione che funziona e si muove, qua da noi l'aria e' stantia e ammuffita e sembra di stare in uno stagno melmoso

  29. #29 by utente anonimo on 9 July 2011 - 12:16

    #10 : opps mi sono accorto di aver dimenticato di firmare il commento…chiedo veniaThyberius

  30. #30 by utente anonimo on 8 July 2011 - 22:41

    @Alessandra : sei ancora in Svezia ed ancora integra…interessante ;)

  31. #31 by GattoVI on 3 July 2011 - 21:23

    Alessandra: evidentermente abbiamo idee diverse sul significato di "noiosoa".Per me la Svezia è "noiosa" perché non ci sono gli scandali dei nani e delle ballerine (il re è andato a letto con La Camilla, ma quelli sono affari suoi. La Camilla non è minorenne e di certo non è stata fatta ministro).Il primo ministro non grida almeno 2 volte al giorno al complotto ordito dall'opposizione.La corruzione, il malaffare, il nepostismo esistono pure qui, ma non sono endemici, sistema: sono degenerazioni particolari e sono iscrivibili alla natura umana.Io in Svezia ci sguazzo come un ippopotamo nel Nilo :-) Ho entrambe le cittadinanze e se mi costringessere a rinunciare ad una delle due, non avrei difficoltà a liberarmi di quella italiana

  32. #32 by utente anonimo on 3 July 2011 - 14:35

    Ciao, io credo che molti abbiano un'idea distorta della Svezia e dell'estero in generale. In Italia si ha l'impressione di essere sempre gli ultimi sfigati d'Europa, se non del mondo occidentale in genere e che fuori esistano chissà che possibilità. In realtà ciò è vero solo in parte ma molti non ne vogliono sapere e preferiscono sognare. Personalmente trovo la Svezia piuttosto noiosa anche se alcuni vantaggi ci sono – chissà però ancora per quanto. Sinceramente non tornerei in Italia ma anche stare qua mi rompe alquanto. Tu ti trovi bene oppure hai avuto problemi di adattamento?Saluti,Alessandra

  33. #33 by utente anonimo on 3 July 2011 - 14:23

    P.S. Forse mettere nelle linee guida che non risponderai a nessuna richiesta su come trasferirsi in Svezia potrebbe essere d'aiuto?AlessandraArgh, pure io combatto con lo svedese. Diciamo che avrei preferito stare in Paese anglosassone ma così va la vita! (sono giunta qua per caso). Se non ce la fo me ne riparto per altri lidi.Tanto come umanista il lavoro non lo trovo da nessuna parte, quindi tanto vale stare in un Paese dove almeno mi trovo con la lingua (e la mentalità – la fuffa svedese mi fa parecchio …, non so a te).Buona domenica 

  34. #34 by GattoVI on 1 July 2011 - 11:22

    Alessandra: nonostante la mia innata acidità ed odio per l'umanità in genere, sotto sotto, in fondo in fondo, ho dei residui di gentilezza (e, credimi, sto lavorando sodo per estirparli ;-) )Provo a mettermi nei panni di chi mi scrive e capisco il loro desiderio di provare qualcosa di nuovo. Per cui cerco di dare loro dei consigli e delle dritte, per quanto limitati

  35. #35 by utente anonimo on 1 July 2011 - 07:34

    Ciao Gatto, mica devi rispondere a tutti, soprattutto a chi chiede info per emigrare. A ciascuno il suo destino (che alla fine te lo costruisci da solo).Buon week-end!Alessandra

  36. #36 by GattoVI on 28 June 2011 - 18:49

    Fiammetta: sì, era lui. Anzi, iddu :-) Di richieste di questo genere me ne arrivano parecchie. Ed io rispondo a tutte. Ecco perché mi inc#@¥o quando non ricevo nemmeno un grazie.L'esempio della pasta si riferisce in realtà ad un discorso più ampio. Di Little Italy è pieno il mondo: gente che 70 anni aver lasciato il paesello ancora ne decanta le qualità rifiutandosi di integrarsi nella nuova cultura

  37. #37 by utente anonimo on 28 June 2011 - 17:56

    Ho il sospetto che questo post sia stato originato da una mail mandata da uno che si presentava come "un ragazzo sardo diplomato". Ha scritto anche a me.Io ho risposto perchè era la prima lettera di questo tipo che mi spedivano, ma non credo che lo farò più, sia perchè le informazioni con un po' di pazienza in rete si trovano, sia perchè ci vuole troppo tempo, sia perchè anche a me ha dato fastidio che non mi abbia neanche ringraziato.Però ho una precisazione da fare: chi vuole trasferirsi in Svezia non ha bisogno di rinunciare alla pasta. Ormai in Svezia si trovano quasi tutte le marche più conosciute e anche molte sconosciute ad un prezzo accettabilissimo. Lo stesso dicasi per l'olio d'oliva e i salumi. C'è carenza di formaggi freschi di qualità (mozzarella come si deve, burrata, provola…) e di alcune verdure, per esempio i carciofi.  SalutiFiammetta (http://www.cronachesvedesi.com)

  38. #38 by GattoVI on 28 June 2011 - 09:00

    Paola: solo per la tenacità e il numero di battiti sulla tastiera ti meriti una menizone particolare ;-)A me sembra che tu abbia le carte in regola per trasferirti.Ti posso dire una cosa, per?o. Per esperienza personale e di tutti i colleghi immigrati che mi circondano, il trasferimento quassù provoca un aumento considerevole dei chili. Quindi non so se a te farebbe bene staccarti dalla cucina di mammà ;-)

  39. #39 by utente anonimo on 28 June 2011 - 00:10

    Io non ti volevo scrivere, giuro! E infatti non lo sto facendo, perchè questo è un commento e non una mail.MA.Bisogna dire che il tuo post mi ha rincuorata moltissimo. Perchè io non ho niente da mollare, mi sono costruita una vita senza alcun tipo di legami (eccetto mammà e papà, ma quelli erano irrinunciabili). Quindi sì, mollo tutto. Ho deciso di emigrare a 12 anni e da allora non faccio altro che odiare tutto ciò che mi circonda e fuggire da qualsiasi rapporto umano.Se evitassi la cucina di mamma perderei tutti i chili di troppo che sono in bella mostra sui miei fianchi, quindi forse mi conviene.Dici che le mutande me le devo lavare da sola? E vabbè, chi vuoi che sia tanto cretino da non saper buttare i vestiti in lavatrice?Odio la pasta, il che sarà dura da sopportare per gli svedesi che mi conosceranno, quindi forse saranno loro ad avere un "impatto culturale" dritto su quei bei luoghi comuni nelle loro testoline.E già ho parlato dei chili di troppo, quindi non è che mi ritenga proprio una gran bellezza. Certo, sarà dura per tutti quegli svedesoni, abituati alle stangone bionde di due metri, resistere alla tentazione che rappresenta una pallottola di lardo tutta nera che rotola per le loro città, ma sono convinta che se ne faranno una ragione.Infine, perchè dovrebbero scegliere me? Non credo che mi sceglieranno mai se avranno qualcun altro da poter prendere al posto mio, ma conto di trovare un lavoro talmente schifoso da non avere concorrenti.Tutto questo per dirti che dovresti considerare l'idea che c'è chi non ha tutti questi legami, queste radici da tagliare, queste maledette abitudini che non muoiono nemmeno di fronte ai piatti di spaghetti scotti col ketchup. Non sono "stufa di come va qua", più che altro non appartengo a questo posto. No, mi correggo: sento di non appartenere a questo posto, di non ritrovarmi nella cultura del luogo, di non apprezzare ciò che altri considerano "bello", ma sì, sono ANCHE stufa di come va qua.Grazie per aver letto 'sta stronzata che ho scritto. La prossima volta evita di sfidare i lettori, 'chè questo è ciò che ne ricavi! ;)Paola

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: