Tautologie

Da La Repubblica del 15/05/2008:

Firenze, indagata la falsa omeopata
che curava la 16enne diabetica

Come si distingue una falsa omeopata da una vera omeopata? Non sono entrambe delle ciarlatane? Come dire un vero ed un falso stregone.

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 30 May 2008 - 12:38

    Ruggi: ho già parlato di omeopatia? Davvero?

  2. #2 by Ruggi on 30 May 2008 - 12:28

    Boooring :)Come é che qua si parla sempre di omeopatia??Ma che ti hanno fatto sti omeopati?Beh, son tornato su questi schermi, cercheró di farmi vivo!

  3. #3 by GattoVI on 22 May 2008 - 17:02

    gattopesce: e se quel medico avesse pure aggiunto: “oltre alla medicina io mi affido anche alla preghiera come mezzo terapeutico”?O L’omeopatia ha zero basi scientifiche: non ha alcun effetto reale (se non quello placebo: ma allora pure la preghiera). Con queste premesse, non mi pare una guerra di religione; piuttosto una battaglia per mettere in luce le truffe e gli imbrogli.Poi sei liberissimo di credere che l’omeopatia abbia qualche valore reale. In fondo c’è chi crede che Ratzinger sia un sant’uomo.

  4. #4 by gattopesce on 22 May 2008 - 14:49

    @gatto: google non è che contiene tutte le informazioni di questo mondo. io ho visto un intervento di un medico, laureato in medicina, che ?? anche omeopata e ha spiegato che in alcune università italiane è possibile studiare, ma nel quadro generale della medicina, tecniche omeopatiche. e sempre questa persona ha detto chiaro e tondo che “un medico sceglie sempre la cura che ritiene più efficace. chi è medico laureato e conosce davvero l’omeopatia, a un diabetico prescriverà sempre e comunque l’insulina. le cure omeopatiche si possono prescrivere solo a ragion veduta e solo per determinate patologie.” più chiaro di così: questo è secondo me l’approccio corretto. niente a che vedere con le distorsioni di chi trasforma un approccio medico in un qualcosa che ha caratteristiche di fede rivelata, di settario, di “io ho ragione e voi avete torto”, dandogli significati trascendenti che in realtà non possiede. i “santoni” appunti e i loro seguaci. questa sì è ciarlataneria.ma se ci rifletti un momento, è esattamente lo stesso atteggiamento di molti di quelli che affollano i blog di grillo o le piazze del v-day, i comizi dell’attuale presidente del consiglio, le adunate del papa e anche di chi porta all’estremo il discorso del razionalismo a tutti i costi. ossia, si perde di vista il punto di partenza e lo scopo iniziale, finendo col cadere in una forma di talebanismo che porta a non vedere più le opportunità positive che un punto di vista diverso può avere.non mi curerei mai la polmonite con l’omeopatia, per intenderci, ma se le gocce di erbe mi fan sparire le verruche dai piedi in due giorni, senza dover ricorrere ad acidi o quant’altro, perché no? mica vuol dire aderire a una visione del mondo da hippy, santone, alternativo: significa solo scegliere, tra le cose che per quello specifico problema effettivamente funzionano quella che trovo più comoda per me. senza tirare in ballo niente altro.le guerre di “religione” han sempre e solo fatto danni a tutti gli attori coinvolti.

  5. #5 by Alex_Vr on 16 May 2008 - 20:40

    ormai è difficile distinguere pure un vero medico da uno falso, un vero giornalista da uno falso… siamo in Italia.;-)

  6. #6 by GattoVI on 16 May 2008 - 19:14

    gattopesce: cercando con Google non trovo traccia di “specializzazioni in omeopatia della facoltà di medicina”.Trovo invece millanta personaggi che hanno conseguito Diplomi in Scienze Olistiche, come questa tizia qua: http://www.biopsicoterapia.org/Spbo/Castellani.htm.Dice di essersi diplomata (a pieni voti, ovviamente) in “Diploma di specializzazione biennale in ?Scienza e tecnologie farmaceutiche olistiche?, presso l?Università di Urbino, Istituto Superiore di Medicina Olistica?ecologica”.Ora: un rapido controllo mostra subito che all’Università di Urbino non c’è traccia di questo Istituto Superiore di Medicina. Se si cerca “omeopatia” col motore interno di ricerca, non viene alcun risultato.In realtà l’Isituto Superiore di Medicina Olistica è “esistito” fra il 1988 ed il 2002 quando l’università ha deciso di tagliarlo (ed era ben tempo: era stato istituito in via sperimentale. Alla fine si sono resi conto che era tutta una bufala). Come spiegato http://www.aicto.it/L-Istituto_435062.html, l’Istituto ha allora cambiato ragione sociale “ai sensi dell’art. 18 della Costituzione della Repubblica Italiana”? Viene da chiedersi che c’entri l’articolo della Costituzione sulla libertà di associazione? Vuoi vedere che non hanno trovato di meglio per tirare a campare? Certo che per essere una prestigiosa struttura, hanno preso un calcio in culo.Questi millantatori che frequentano corsi presso scuole come la Scuola di medicina omeopatica CIMI-Koiné (perché non Barbapapà) vanno in giro a diffondere il verbo dell’omeopatia spacciandola per scienza quando scienza non è.Per la cronaca, riporto (presa da Wikipedia), la definizione di Scienza:— quote —Per scienza si intende un complesso organico di conoscenze ottenuto con un processo sistematico di acquisizione delle stesse allo scopo di giungere ad una descrizione precisa della realtà fattuale delle cose.Le regole che governano tale processo di acquisizione di conoscenze sono generalmente conosciute come metodo scientifico. In ambito moderno, gli elementi chiave del metodo scientifico sono l’osservazione sperimentale di un evento (naturale o sociale), la formulazione di un’ipotesi generale sotto cui questo evento si verifichi, e la possibilità di verifica dell’ipotesi mediante osservazioni successive.Uno degli elementi essenziali affinché un complesso (limitato o meno) di conoscenze possa essere ritenuto “scientifico” è la sua possibilità di essere falsificabile mediante una opportuna procedura.— end quote —L’omeopatia, non rientrando nella definizione di Scienza, può benissimo annoverarsi fra le religioni e la stregoneria, per quel che mi riguarda.Blogger: GattoVI La mia homepage: http://gattovi.splinder.com Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. Blocca questo utente

  7. #7 by gattopesce on 16 May 2008 - 17:45

    è saltato fuori che non era una omeopata ma una specie di santona.in realtà in italia esiste una specializzazione in omeopatia della facoltà di medicina: chi vi si laurea è comunque un medico a tutti gli effetti e quindi “omeopata” vero. il che non vuol dire che prescrive solo rimedi omeopatici (come si tenderebbe a credere e come molti pseudo-omeopati fanno) ma che prescrive cure mediche che prevedono, e nemmeno sempre, “anche” terapie di tipo omeopatico ma prescritte a ragion veduta e comunque da medico, non da ciarlatano. poi il medico può essere più o meno bravo e azzeccare la cura o no, ma questo non c’entra con l’essere medico omeopata.

  8. #8 by gattosolitario on 16 May 2008 - 14:27

    Appunto, ma vaglielo a spiegare…

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: