Rispetto

Questo post di Beppe Grillo, mi ha riportato alla mente una delle primissime impressioni che ho avuto in Svezia: la massiccia presenza di persone handicappate in giro per la città.

Sulle prime, mi veniva da pensare che ci deve essere qualcosa di sbagliato nei geni degli svedesi: in Italia non ci sono tutte queste persone con problemi. Anni ed anni di incroci familiari, geni che non si mescolano abbastanza e via dicendo, pensavo.

Poi ho realizzato: ci sono così tante (beh, relativamente) persone handicappate in giro perché sono messe in condizione di essere autonome: le strutture svedesi forniscono accesso alle carrozzelle ovunque. Le porte automatiche sono standard.

Laggiù in Africa, invece, fedeli alla vecchia tradizione del Sepolcro Imbiancato, si finge che il problema non esista: gli handicappati se ne stiano in casa, che fuori danno fastidio agli occhi dei ben pensanti.

Accessi facilitati? Pfui!
Porte automatiche? Figuriamoci!
Alternative per disabili? Ma che siamo, un paese civile, noi?

Ci vuole poi così tanto a sostituire uno scalino con una rampetta? Ad allargare le porte per permettere laccesso alle carrozzelle? Ad abbassare lo sportello allufficio postale?
Ebbene sì, evidentemente: abituati da millenni ad avere una cultura della sopraffazione e del sopruso (o semplice disinteresse) verso chi non è maggioranza, anche piccoli passi verso la civiltà risultano ostici.

<!– –>

  1. #1 by TYTTY_ on 6 December 2007 - 20:02

    verissimo..tristemente vero..bel post e bel blog

  2. #2 by VolpeIndomita on 14 November 2007 - 21:03

    GattoVI, hai scritto un post stupendo e purtroppo molto vero.

  3. #3 by gattosolitario on 14 November 2007 - 21:02

    Bisognerebbe dirlo a chi fa certi commenti sul mio blog…

  4. #4 by GattoVI on 14 November 2007 - 18:30

    gattosolitario: sì, ne avevo sentito parlare qui.E la rabbia mi sale sempre di più

  5. #5 by gattosolitario on 14 November 2007 - 17:26

    Mi è piaciuto molto il tuo intervento da me, bravo : ) Ma lo hai visto questo articolo : http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/scienza_e_tecnologia/google6/concorso-android/concorso-android.htmlmamma mia!!!

  6. #6 by GattoVI on 14 November 2007 - 09:27

    bJacob: siamo condizionati sin da bambini. Che triste.Alex_Vr: HA HA HA.

  7. #7 by Alex_Vr on 14 November 2007 - 00:12

    “Non hanno rampe? Diamogli scarpe di Prada” direbbe qualcuno vestito di bianco…;-)

  8. #8 by bJacob on 13 November 2007 - 23:13

    Ah ah! Era la stessa cosa che dicevo da bambina con mia madre quando andavo in Belgio… ma quanta gente in carrozzella c’è qui? Pensavo davvero che fosse un paese di motociclisti imprudenti. Ho capito molto più tardi che, già allora, semplicemente uscivano di più di casa…

  9. #9 by GattoVI on 13 November 2007 - 15:22

    gattosolitario: probabilmente le due tavolozze posticce messe a coprire il gradino (ostacolo *insuperabile* per chi è in carrozzella) sono davvero considerate come qualcosa di avanzato da parte della dirigenza dell’università.

  10. #10 by gattosolitario on 13 November 2007 - 15:05

    Altra cosa, mi sono letto il post della ragazza spagnola, ma davvero si illudeva di trovare qualcosa per un disabile in una università italiana? Che schifo…

  11. #11 by gattosolitario on 13 November 2007 - 15:00

    Mi sa che sei abbastanza vicino alla verità! C’è anche da dire che qui non si fanno ecografie prima del quinto mese (se non sei una categoria a rischio), e quindi se ci sono problemi al feto non puoi più abortire. Al contrario che in Italia, che strana cosa vero ? Potrebbe essere un’altra causa, nel paese dei sepolcri imbiancati, ma non ne sono sicuro.

  12. #12 by GattoVI on 13 November 2007 - 11:49

    kusanagi: non so se c’entri la chiesa cattolica, in questo caso. Certo questa si è sempre fatta portatrice di una sola via e verità (la propria, ovviamente), per cui tutto ciò che devia da questo va ignorato od addirittura schiacciato.Mi stupisce però (e mi indigna) l’odio sotterraneo per i portatori di handicap, quasi a dire: “sei una rottura di cogli*ni, non farti nemmeno vedere”. Avrà a che fare con presunti piani divini?Verdefoglia79: chi fa quella domanda, da queste parti non c’è mai stato. Pure io vivevo nell’ignoranza: mi sono bastati 4 giorni (fra la neve ed il gelo del Värmland) per aprire gli occhietti.

  13. #13 by Verdefoglia79 on 13 November 2007 - 11:43

    Avevo notato la stessa cosa in Finlandia… e la tua conclusione mi sembra calzi a pennello. Mi stupisco tutte le volte che la gente mi chiede: ma perché sei andata in Svezia? Dico io, bisogna essere ciechi per non capire il perché!!!

  14. #14 by kusanagi on 13 November 2007 - 09:52

    mi stupisce sempre, come uno stato cosi’ poco laico sia cosi’ poco attento ai bisogni delle minoranze … Forse che la chiesa cattolica protegga gli interessi dei potenti ?Accidenti, non ci avevo mai pensato … ;D

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: