Pro e contro

Abitare vicino allo stadio ha i suoi vantaggi e svantaggi.
Fra i vantaggi: grandi spazi aperti e tranquillità o concerti aggratisse
Svantaggi: quando cè la partita, è un casino

Stasera, complice il bel tempo e le finestre aperte, mi arrivano in casa i cori da stadio. Non ho idea di cosa dicano, né di come si traduca "abitro cornuto" in svedese ma gli "alè ohoo" locali si capiscono benissimo.

Ed io sono qui che trattengo il nervoso che sale.

Tutta questa mscolinità, questo senso del gruppo che si ritrova negli stadi (ma anche ovunque ci sia assembramento) mi manca proprio. Come per la memoria, quando lhanno distribuito io ero in bagno o stavo giocando a World of Warcraft.

Non sono mai riuscito a sentirmi parte del "gruppo" e, benchè invidi chi invece questo senso ce lha, non ne sento la mancanza. Anzi.

Rifuggo tutto ciò che sai di "società", "comunità", "appartenenza": faccio fatica ad identificarmi con le cose grandi e preferisco affermare la mia identità ed individualità piuttosto che fondermi nella massa.

E dunque sì! Sono un bastian contrario :-)

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 28 August 2007 - 12:35

    raccoss: ovviamente non sono d’accordo HA HA HA

  2. #2 by raccoss on 28 August 2007 - 11:08

    Devi ottenere la cittadinanza torinese per poterti definire “bastian contrario”. Sorry. :P

  3. #3 by bo71 on 21 August 2007 - 11:10

    uh uh uh!!!!anche io avrei tanto voluto far parte di qualche gruppo!!!!e invece niente. o non mi volevano o non ci riuscivo a stare io.e, cmq, crescendo la cosa è solo peggiorata.

  4. #4 by VolpeIndomita on 8 August 2007 - 22:10

    A mio parere, meglio un bastian contrario che un fissato del calcio. Mi viene in mente una scena a cui ho assistito qualche anno fa nel centro della città dove vivo… una coppia con un bambino nel passeggino, lei spingeva il figlio e lui le camminava accanto, sguardo perso, radio incollata all’orecchio per sentire i risultati di calcio (il volume era tanto alto che li sentivo perfino io). Sarò anche acida, ma a quel punto uno fa prima a starsene a casa, invece di camminare accanto alla famiglia con la mente altrove.

  5. #5 by Alex_Vr on 8 August 2007 - 19:07

    troppo testosterone nell’aria?;-)

  6. #6 by Finsvezia on 8 August 2007 - 14:09

    Ieri ho fatto l´errore di passare in macchina dalle parti tue sulla via di casa, non ricordandomi della partita: strade bloccate e ingorghi, mi sono sentito un po´ a casa, piú precisamente sulla Cristoforo Colombo un lunedí mattina verso le 8… ci ho messo 35 minuti ad arrivare a casa!!

  7. #7 by GattoVI on 8 August 2007 - 09:39

    gattopesce: mi hai appena dato una spiegazione su cui dovrò lavorare ;-)

  8. #8 by gattopesce on 8 August 2007 - 09:37

    secondo me tutto il tuo nervoso nasce dal fatto che da casa tua non c’è una visuale diretta sull’interno degli spogliatoi dello stadio.

  9. #9 by samuelesiani on 7 August 2007 - 22:05

    no. sei un individuo! (non sai quanto mi fa incazzare quando si usa il termine lobby gay: che è, oltre che inesistente, anche l’opposto dell’individualità, appunto.)

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: