Paese di m****a

Ho già avuto modo di esternare il mio profondo disprezzo per la Danimarca.

Oggi ho deciso di rendervi partecipi di uno dei tanti motivi (da inserirsi nella categoria Paese di merda. Sono certo che Francesco sarà daccordo).

Il kolonilott è unistituzione da queste parti: è una casupola (spesso davvero una specie di casotto per gli attrezzi, altre volte un po più grandina) che i nordici amano avere giusto fuori dai confini della città. A guardarle sembrano tante casette per i puffi: piccole piccole, agghindate di quel kitsch che solo i nostri nonni possono pensare. Sono lalternativa "economica" alle sommarstuga, le residenze estive, ville e villette in mezzo ai boschi, dotate di comfort che nemmeno un albergo a 5 stelle.

kolonilott

Perché sta premessa? Perché capita che nei dintorni di Copenhagen non ci sia (più) posto per nuovi kolonilott. I danesi preferiscono destinare le aree alla costruzione di ricche villette piuttosto che affittarle ai poveracci che vogliono un posto di "villeggiatura" economico vicino a casa.

Il sindaco di Copenhagen ha ben pensato che si potrebbe acquistare dei terreni in Svezia e destinarli ai danesi che vogliono un kolonilott. Nulla di strano, ogni cittadino europeo ha il diritto di comperare casa dove vuole allinterno dellUnione. E la Svezia non fa eccezione. Poi sta a 40 minuti di treno da Copenhagen ed è più economica. Un sogno insomma.

E dove sta il ma? Quel che ho detto prima sullacquisto di casa allinterno dellUnione vale per tutti… tranne che per la Danimarca (in coro: "di merda!"). Per poter comperare un posto per vivere in Danimarca, bisogna averci vissuto per 5 anni (se si è cittadini dellUnione) ed avere un lavoro stabile (se si è extracomunitari)! Ragionevole, no? Provate ad impedire ad un danese di comperare casa sulle colline toscane! Non ci riuscirete. Provate voi a comperare casa in Danimarca. Scordatevelo!

Ecco un minino esempio del rapporto che i danesi hanno col mondo: "facciamo un po come ca**o ci pare"

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 2 April 2007 - 15:39

    in Svezia basta avere l’onnipresente personnummer e 2 kronor e mezzo sul conto ;-)A dire la verità pure qui stanno un po’ dando un giro di vite a permessi di soggiorno e carte di identità; nonostante ciò la Svezia resta una puttana: la dà a tutti ;-)

  2. #2 by Ruggi on 2 April 2007 - 15:11

    Ho capito.Non andró a vivere in Danimarca.In compenso per avere una carta di credito in Finlandia devi averci vissuto per 5 anni.

  3. #3 by GattoVI on 18 March 2007 - 07:20

    cyrano56: in realtà le cose stanno molto peggio :-)

  4. #4 by cyrano56 on 18 March 2007 - 00:38

    se le cose stanno così, hai davvero ragione: mi unisco al coro: “paese di merda”

  5. #5 by gattosolitario on 17 March 2007 - 10:08

    Assurdo… ma che gli hanno fatto gli stranieri? Che situazione folle!

  6. #6 by Alex_Vr on 16 March 2007 - 13:47

    già perché invece in Italia nessuno fa come ca**o gli pare… (tanto poi al limite c’è la confessione…);-)

  7. #7 by GattoVI on 16 March 2007 - 12:42

    gattopesce: se non fosse che ci lavoro e che lo sprofondamento della DK comporterebbe pure la scomparsa del mio adorato Skåne (la regione più meridionale della Svezia, dove si trova Malmö), avresti pure ragione :-)

  8. #8 by gattopesce on 16 March 2007 - 11:46

    uhm questo post mi fa immaginare chi c’è al terzo posto nella famosa lista “mantra sprofondamento” del gatto subito dopo islanda e vaticano

  9. #9 by Finsvezia on 16 March 2007 - 10:17

    Concordo sul giudizio “puzzolente” sulla Danimarca… l´eccezione per bloccare la possibilitá per gli stranieri di comprare casa in DK se la sono persino fatta mettere nel protocollo di adesione alla CEE, in modo che non ci fosse possibilitá alcuna per protestare.A proposito dei kolonilott poi… io la prima volta che li ho visti pensavo fossero un campo zingari… invece sono il sogno di andare a vivere in campagna (peró in cittá) con utedass (cesso esterno ;)) incluso.

  10. #10 by raccoss on 15 March 2007 - 23:16

    Zimpatia!

  11. #11 by mumita on 15 March 2007 - 17:07

    Non mi stupisco.Quasi 2 anni fa eravamo a cena con alcuni colleghi danesi di mio marito, adorabili, ma che ci raccontavano, quasi arrossendo, come nei locali più “fashion” di Copenaghen tendessero a trovare scuse banali e un pò “campate per aria” per non fare entrare gli stranieri…anche europei.Io poi in Danimarca ho avuto un’esperienza scioccante che mi fa tremare ancora.Anni fa un poliziotto mi ha sgridata minacciandomi col manganello, ed urlandomi contro improperi in una lingua per me incomprensibile, oltre che brutta, solo perchè mi ero fermata con la bicicletta tra marciapiede e pista ciclabile:mi si era incastrato il laccio della scarpa sulla catena..argh!Non la smetteva più ed io non sapevo come fargli capire l’accaduto perchè anche se gli parlavo in inglese lui continuava ad urlarmi contro in danese! Una cosa folle!

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: