Pio no!no!

Nel 1864, Pio IX (beatificato da Giovanni Paolo II nel 2000) promulga lenciclica Quanta Cura a cui viene aggiunto il Sillabo, 80 affermazioni che la Chiesa giudica inaccettabili.

Di seguito alcune di queste affermazioni, rese però in forma positiva (cfr loriginale)*

5) Le Rivelazione Divina è unica e costante nel tempo
6) Le contraddizioni dei Vangeli e della Bibbia sono irrilevanti
7) Le profezie ed i miracoli narrati nelle Sante Scritture sono fatti accaduti realmente e storicamente accertabili
11) La Chiesa deve controllare la filosofia
12) I decreti della Chiesa contribuiscono al progresso della scienza
13) I principi della Teologia Scolastica sono tuttora validi
15) Luomo può professare unicamente la religione cattolica
16) La Salvezza non esiste al di fuori del culto cattolico
17) Al di fuori della religione cattolica non cè Salvezza Eterna
18) Il Cattolicesimo è lunica vera religione che piace a Dio
19) La Chiesa [cattolica] ha libertà e diritti illimitati
22) La Chiesa [cattolica] deve controllare ogni aspetto della produzione religiosa
24) La Chiesa [cattolica] può usare la forza
30) Limmunità della Chiesa [cattolica] ha origine divina
31) Il clero non deve essere giudicato da tribunali civili
32) Il clero è esonerato dal prestare il servizio militare
33) La Chiesa [cattolica] deve controllare linsegnamento della teologia
40  La dottrina della Chiesa cattolica è finalizzata al bene e ai vantaggi dellumana società
42) Nel conflitto fra leggi religiose e leggi civile, prevalgono le leggi religiose
43) Lautorità civile non può interferire sulle cose concernenti la religione, i costumi ed il regime spirituale
44) Leducazione deve essere affidata alle autorità religiose
48) I cattolici devono rifiutare un sistema educativo che sia separato dal controllo della Chiesa
53) Re e Principi devono essere soggetti al potere della Chiesa [cattolica]
55) Non si devono separare Stato e Chiesa
57) Filosofia, costumi e leggi civili devono essere sottoposte allAutorità della Chiesa [cattolica]
59) Non esistono diritti umani fondamentali
63) E illegittimo ribellarsi ai principi
67) Il matrimonio è indissolubile
68) La Chiesa [cattolica] è lunica entità che può celebrare matrimoni
69) Il matrimonio con persone di fede islamica è nullo
77) La religione cattolica deve essere religione di stato
78) Non esiste libertà di culto
79) La libertà di culto porta alla corruzione dei costumi, alla peste e all"indifferentismo"
80) Il pontefice deve opporsi al progresso, al liberismo e rifiutare la società moderna.

* (notate che la Chiesa adotta spesso lo stratagemma subdolo di criticare qualcosa non apertamene, ma come negazione del positivo. Dire che "GattoVI non è buono" è lo stesso che dire "GattoVI è cattivo", ma a) obbliga ad uno sforzo mentale ulteriore, per cui il significato un po si perde e b) la prima affermazione dà lillusione di mitezza da parte di chi la pronuncia)

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 1 August 2007 - 00:14

    Questione di punti di vista[..] Non so quanti di voi conoscano il caso di Edgardo Mortara Riassumo brevemente (potrete comunque consultare wikipedia): Nel 1858, le autorità pontificie rapirono (oggi diremmo "affidarono") il seienne Edgardo Mortara di Bologna e lo [..]

  2. #2 by GattoVI on 20 May 2006 - 09:32

    Ed io non mai negato loro il diritto di parlare! Sei tu che insisti a dire che io voglio tappare loro la bocca.Una discussione inutile, che si protrae da giorni, solo perché vuoi trovare differenze di pensiero dove queste non esistono.Ho modi migliori per sprecare tempo.

  3. #3 by utente anonimo on 19 May 2006 - 23:59

    Veramente sei tu che mi metti in bocca parole mai dette. Tanto per citarne una: «Evidentemente, secondo te, la CEI può criticare chi vuole; il resto del mondo (me incluso) no. Ne prendo atto.» Io avevo scritto l’esatto contrario: «Ruini ha lo stesso diritto ad esprimere la propria opinione su qualsiasi cosa che hanno un Capezzone, un Berlusconi o un Fini qualsiasi.»

  4. #4 by GattoVI on 19 May 2006 - 22:29

    Quelle sono le proposizioni che Pio IX giudicava errate e vanno interpretate al contrario! Infatti la sezione si intitola “X. Errori riguardanti il liberalismo odierno”Se l’errore è “può e deve”, l’affermazione corretta deve essera la negazione, cioè “non può e non deve”.Come la “traduci” tu?

  5. #5 by utente anonimo on 19 May 2006 - 22:07

    80. Il Romano Pontefice può e deve col progresso, col liberalismo e con la moderna civiltà venire a patti e conciliazione. Alloc. Jamdudum cernimus, 18 marzo 1861 e tu lo poni 80) Il pontefice deve opporsi al progresso, al liberismo e rifiutare la società moderna.Sai che non mi sembrano uguali?Ne ho preso uno a caso eh . .

  6. #6 by GattoVI on 19 May 2006 - 21:55

    Davvero non capisco perché insisti a mettermi in bocca parole non mie.Mi sono stufato di discutere con chi non vuole ascoltare. Non fai che ripetere sempre le solite cose come un disco rotto.Se tu sei convinto che io voglia mettere a tacere il Vaticano va bene: non posso fare nulla per impedirtelo. Ho tentato più volte di variare questa tua errata convinzione ma mi arrendo.Evidentemente, secondo te, la CEI può criticare chi vuole; il resto del mondo (me incluso) no. Ne prendo atto.

  7. #7 by utente anonimo on 19 May 2006 - 20:25

    Io non sono certo l’esegeta della CEI: mi sono limitato a schematizzare ciò che qualunque persona in grado di comprendere l’italiano può desumere dal passaggio che hai riportato. Sei tu che hai completamente stravolto il significato dell’estratto che hai scelto: non è colpa mia se se ti dai la zappa sui piedi. Se poi vuoi attaccare la Chiesa cattolica, liberissimo!, ma non lamentarti se qualcuno non trova le tue argomentazioni sostanziose e te lo viene a dire.Non so cosa sia particolarmente evidente a Praga; ad ogni modo, la Chiesa ha fatto delle osservazioni critiche su delle dichiarazioni pubbliche di Bertinotti. Questo è dettargli legge? Nient’affatto. Ha espresso un’opinione, tutto qui. Ruini non deve certo chiedere il permesso alla sinistra per parlare bene o male della sinistra; oppure gli dai il permesso di dialogare solo con le forze che fanno riferimento esplicito alle sue posizioni (Rutelli, Giovanardi, etc.)? Ruini ha lo stesso diritto ad esprimere la propria opinione su qualsiasi cosa che hanno un Capezzone, un Berlusconi o un Fini qualsiasi. Infine, nota sull'”assolutamente”: si basava sull’evidente stravolgimento del significato dell’articolo. Ma forse tu sei un esegeta della CEI più sottile di me, dato che hai colto non solo il senso recondito del testo ma anche le sue segrete intenzioni censorie: complimenti per l'”agudeza”, monsieur (monsignor?) GattoVI.A.P.P.S.: C’è un motivo personale per cui nutri un così evidente livore anti-cattolico, al di là del disaccordo rispetto alle posizioni teoriche e sociali della Chiesa? Vivi e lascia vivere…

  8. #8 by GattoVI on 19 May 2006 - 16:23

    Diciamo che ho molta carne al fuoco, in questo periodo ;-)

  9. #9 by utente anonimo on 19 May 2006 - 15:59

    pericoloso scontrarsi con un gatto, specie se il gatto è in piena tempesta ormonale :)

  10. #10 by GattoVI on 19 May 2006 - 15:56

    In realtà questo è pure peggio, in quanto si tratta di sterile spirito polemico finalizzato allo scontro con il sottoscritto.

  11. #11 by utente anonimo on 19 May 2006 - 13:56

    il solito vittimismo da quattro soldi tipico di certi cattolici: prima ti sparano addosso, poi se tu controbatti dicendo che la pensi diversamente ecco che invece di controargomentare tirano fuori la trita e ritrita (e insostenibile) tesi “tu dicendo così vuoi impedirmi di esprimere la mia posizione”.vittimismo da quattro soldi che nasconde la mancanza di controargomenti.

  12. #12 by GattoVI on 19 May 2006 - 13:43

    Se vuoi proseguire nel tuo sordo dialogo, fai pure. Per quanto mi riguarda, le mie posizioni le ho già espresse.Persegui a ribadire cose evidenti anche ai cechi come se io le negassi.Tu riporti (schematizzandolo) il passaggio a Porta a Porta. E non ti sembra che, cmq, la CEI dica a Bertinotti di cosa può o non può parlare? La sinistra si appoggia alle posizioni della CEI, per caso? Non mi risulta. Il partito di Bertinotti, per esempio, no.L’impressione che tu hai è sbagliata. Punto e basta. Che poi tu voglia leggerla per forza, beh, siamo in una democrazia e non sarò certo io a dirti cosa e come devi leggere ed interpretare e cosa no.Non mi pare di avere mai detto alla CEI che deve tacere. Avrò anche la memoria corta, ma andare proprio contro la mia essenza mi pare improbabile.E quel “non é assolutamente vero che la CEI” mi pare una frase talmente apocalitica (assolutamente è degno di una frase della Bibbia) da farmi pensare che tu abbia un percorso particolare di dialogo con la CEI perché tu sai veramente quello che i vescovi dicono e pensano. Nemmeno Mosè aveva tanta sicumera.

  13. #13 by utente anonimo on 19 May 2006 - 12:25

    Non è certo la Chiesa a dover offrire una tutela alle minoranze: scegliere chi e cosa tollerare è compito dello Stato attraverso le leggi stabilite nel legittimo dibattito della democrazia rappresentativa – lo dici tu stesso in un commento al 18/5 riferito ai politici. All’interno di questo libero dialogo la Chiesa persegue i suoi interessi (di parte) così come fanno tutti; se poi ha più parlamentari d’accordo con lei rispetto ai suoi oppositori, buon per lei; non è certo per questo una dittatura della maggioranza.In secondo luogo, non è assolutamente vero che la CEI nega a Bertinotti il diritto di pontificare su ciò su cui pontifica già il Papa. Il passo che hai riportato si limita a rilevare quella che ritiene una contraddizione nell’ospitata a “Porta a Porta”. L’argomentazione è infatti: «A: Se si vuole parlare al “popolo della sinistra”, è opportuno affrontare temi che gli sono cari;B: Tra i temi che gli sono cari vi è la famiglia;C: Se vuole parlare alla sinistra, perché Bertinotti oscura la famiglia?L’impressione è che invece sia proprio tu, GattoVI, a voler dettare l’agenda alle gerarchie cattoliche, decidendo gli argomenti su cui si possono esprimere e i modi in cui farlo. Sei liberissimo di confutare le loro posizioni e di «stimolare la coscienza critica» altrui, ma è un bel po’ arrogante dire agli altri quando devono tacere e quando possono parlare.Cordialmente e relativisticamente,A.P.

  14. #14 by GattoVI on 19 May 2006 - 00:20

    Fra l’altro, se leggi il post del 18/05, capisci benissimo quale è la mia posizione. Te la esprimo chiaramente perché sembra che tu abbia difficoltà ad afferrare il concetto: la CEI (per bocca altrui) si lamenta del fatto che Bertinotti abbia espresso una sua (timida) idea su di un argomento affrontato dal papa. E cosa gli va a dire la CEI? Che non deve occuparsi della famiglia (e degli argomenti toccati dal papa) perché lui, da uomo di sinistra, dovrebbe parlare di ben altro.Le tue critiche, falle alla CEI, baby, non al sottoscritto che, nel normale (se poi è normale in Italia) gioco democratico si scalda, si arrabbia e si incazza per difendere le proprie posizioni.Ma mentre io non voglio imporre a nessun pretonzolo di mettere su casa con qualcuno, approfittando dei PACS, del matrimonio o della semplice convivenza, la parte avversa si prodiga perché io viva secondo strampalate usanze spacciate per rivelazione divina.E it’s democracy significa il rispetto e tutela anche delle minoranze (e non aprirmi un inutile dibattito sul fatto che democrazia non significa rispetto di tutti). Quale rispetto e tutela offre oggi al Chiesa cattolica alle minoranze?Ripeto: se volevi fare un discorso sui massimi sistemi a proposito della convivenza civile, allora hai decisamente sbagliato bersaglio.A quando la CEI che scrive anche i testi delle canzoni di Sanremo?

  15. #15 by GattoVI on 18 May 2006 - 23:52

    Riassunto dell’inutilmente lungo commento: come scoprire l’acqua calda.Di nuovo vieni qui ad esporre fatti noti e stranoti come se questo blog invece li negasse.Che i liberisti, comunisti & C vogliano imporre le loro idee non aggiunge e non toglie nulla al discorso che ho intrapreso. Quando questi vorranno che io mi adegui alle loro scelte di vita (che io non convido) allora mi opporrò. O, in nome del rispetto, devo subire passivamente le imposizioni?E qui, appunto, si protesta contro la sudditanza della vita politica e sociale verso il Vaticano. Dover ribadire, ancora una volta, questa posizione che ho esplicitato già molte volte, mi dà decisamente sui nervi: significa non voler leggere quello che scrivo.Esattamente come sto facendo con le intromissioni della Chiesa cattolica. Fra i commenti del post al 18 avevo proprio specificato questo. E quando metto alla berlina talune/le posizioni della Chiesa cattolica (e dei cattolici in genere) lo faccio proprio per stimolare quel senso critico che è stato anestetizzato dalla stessa chiesa.Non è un problema mio se i cattolici non sono veri cattolici perchè non aderiscono pedisequamente a ciò che la Chiesa cattolica impone.Ma la è Chiesa cattolica (la struttura) la prima a far finta che questo distacco non esista. Forse dovresti andare a dirlo a loro, non a me.Se vuoi tornare sull’argomento portando ulteriori e lampanti otri di aria fritta, accomodati. Ti suggerisco alcuni spunti: “domani sorgerà il sole e GattoVI dice che dopo la notte viene il giorno” oppure “nella pasta alle melanzane gattoVI dice che ci vanno le melanzane”

  16. #16 by utente anonimo on 18 May 2006 - 22:15

    Il fatto che un’affermazione non faccia piacere non la rende in sé disdicevole. Si chiama libertà di parola e vale per te come per Ruini.Non è vero che la Chiesa ti insegue ovunque, o almeno non più della filosofia platonica, delle ideologie marxista e capitalista o di qualsiasi altro pensiero o dottrina. Esistono, e gli individui scelgono liberamente 1) ci credervi, 2) di ergerle a riferimento per i comportamenti privati e 3) di ergerle a riferimento per le proprie battaglie politiche. Sono scelte aribtrarie e legittime.Tu mi dirai: «Sì, però poi i cattolici vorrebbero imporle a me con leggi approvate dal Parlamento.» Vero. Esattamente come fanno i comunisti, i liberisti, i socialisti e chiunque giochi all’interno delle dinamiche democratiche. Nel bene e nel male, i politici hanno il diritto di essere culturalmente condizionati e gli elettori hanno il potere di non rieleggerli. It’s democracy, baby.Non si tratta di far finta di nulla, ma di accettare le regole. Posso capire lo sconcerto rispetto all’enfasi data dai media alle opinioni di Ruini rispetto a quelle altrui, ma allora si protesti contro stampa e tv. Questo però è un altro (giusto) discorso.Infine, le affermazioni apodittiche. Il vero cattolico deve prendere alla lettera gli insegnamenti della Chiesa, della tradizione e delle Sacre Scritture: è l’unico modo per definirsi cattolico, sennò è come volere giocare a bridge senza rispettarne le regole. Quella dei “cattolici adulti” è ipocrisia bella e buona; se si vuole il diritto di interpretare in prima persona le Scritture, si abbia almeno il buon gusto di definirsi protestanti. La casalinga di Voghera o Prodi sono liberissimi di dissentire, basta che poi non sbandierino l’appartenenza a una fede che non condividono.La cosa disprezzabile, infatti, non è che un politico abbia opinioni personali più o meno simili a quelle della Curia (problemi suoi e dei suoi elettori), ma che sia così spudorato da strumentalizzare la fede a fini elettorali; o meglio, è libero di farlo ma non brillerà mai di coerenza. Ma questo è un problema che riguarda i politici, non la religione (anche se a quest’ultima spesso fa comodo, come nel caso dell’appoggio ai capi divorziati dei partiti cattolici, per la serie “il fine giustifica i mezzi”).Saluti,A.P.

  17. #17 by GattoVI on 18 May 2006 - 18:49

    “Beh, non è bellissimo”. Immagino il piacere di chi è oggetto di questa affermazione. Gli utenti anonimi, lo ripeto forse per l’ultima volta, mi danno profondamente sui nervi.Chi vuole esporre qui le sue idee, lo può fare in piena tranquillità. Chiedo però almeno una firma, se non un blog od un link (tipo un “A.” o “AP”)E’ l’ultimo avvertimento.La litote citata dall’anonimo è una figura retorica che si usa comunemente. Concordo.Che la Chiesa cattolica la usi per mitigare il proprio messaggio è un’impressione che ha solo il lettore anonimo. E’ invece un evidente stratagema proprio per fingere di dare spazio a vaghi margini di tolleranza.Siamo tutti adulti e sappiamo benissimo cosa intende o cosa non intende il Vaticano.Quanto alle affermazioni apodittiche che il fedele conosce (ah! poi sono io a generalizzare): beh, chiediamo alla casalinga di Voghera cosa ne pensa dei punti dal 59 in poi, espressi da un papa recentemente beatizzato da GP II.L’ho già detto in altra sede: chi le ama le segua, e gli altri facciano come vogliono è una cretinata bella e buona in questo Paese. La Chiesa cattolica, anche se la ignori, ti viene a cercare a casa, in cucina, nel tuo letto per dettarti cosa devi e cosa non devi fare: quando ti tolgono il divorzio, quando la religione cattolica diventa religione di stato, quando intere fasce di cittadini sono discrimate, allora c’è poco da dire che “io non li seguo”. Far finta di nulla non risolve il problema.

  18. #18 by utente anonimo on 18 May 2006 - 14:16

    anonimo, ma che due palle! ;-)

  19. #19 by utente anonimo on 18 May 2006 - 13:16

    Non è vero che dire “GattoVI” non è buono” equivale a dire “GattoVI” è cattivo: è una figura retorica chiamata litote e serve a sfumare un’espressione negativa. Ad esempio, dire che “GattoVI non è carinissimo” non equivale a dire “GattoVI è un rutto”, perché potrebbe essere semplicemente “normale”, “mediocre”, “bruttino”. Non è solo una forma di ipocrisia o di «mitezza illusoria»; esprime un disaccordo ma non calca la mano e ammette vaghi margini di tolleranza. “Stratagemma subdolo” invece mi pare abbastanza paranoico: la critica della Chiesa *è* parecchio esplicita, e credo che i fedeli – proprio in quanto fedeli – sarebbero d’accordo anche con le riformulazioni di GattoVI. Del resto si tratta di affermazioni apodittiche più o meno condivisibili: chi le ama le segua, e gli altri facciano come vogliono.

  20. #20 by GattoVI on 18 May 2006 - 08:03

    E vogliamo dimenticare che faceva rapire bambini ebrei (dal ghetto che lui aveva reintrodotto) per battezzarli e salvarli?

  21. #21 by ulivegreche on 17 May 2006 - 23:34

    Ah si, il beato Pio IX, quello che mandò le guardie svizzere in quel di Perugia a sparare su una folla inerme che manifestava per l’annessione al Regno d’Italia (venti morti, circa). Beato lui.

  22. #22 by GattoVI on 17 May 2006 - 21:16

    Infatti, dacché in Italia la religione cattolica non è più religione di stato, si sono succedute ondate di peste a non finire ;-)

  23. #23 by VolpeIndomita on 17 May 2006 - 21:12

    La peste? Devo ripassare al centro di medicina tropicale, mi sa… l’ultima volta non mi hanno vaccinata contro questa cosa in particolare :-P

  24. #24 by kusanagi on 16 May 2006 - 17:32

    lo so, purtroppo, lo so…qua si va come i gamberi .. :(

  25. #25 by GattoVI on 16 May 2006 - 17:11

    Torgul: in realtà avrei dovuto aggiungerlo tutte le volte, ma ad un certo punto mi sono stufato.kusanagi: gli ultimi 2 papi hanno fatto di tutto per distruggere le aperture del Concilio Vaticano II e riportare la situazione al 1864.

  26. #26 by Torgul on 16 May 2006 - 15:54

    Questo è il motivo per cui disprezzo i vaticani….Comunque, Gatto, ti ringrazio per aver usato la cortesia di aggiungere [cattolica] ad ogni frase.Grazie!

  27. #27 by utente anonimo on 16 May 2006 - 14:21

    e le 57, 59 e 80? vogliamo parlarne? sembrano scritte adesso…

  28. #28 by kusanagi on 16 May 2006 - 12:24

    Non so se sopporto di meno quello che dicono, o il come lo dicono, che come dici tu e’ in forma alquanto ingannevole, apposta per non farsi capire chiaramente da chi non ha la preparazione adatta e l’astuzia di leggere tra le righe…Cmq il bello e’ che son passati 140 anni, e siamo ancora li’, come mentalita’…vedi punto 5, appunto !!!

  29. #29 by GattoVI on 16 May 2006 - 11:42

    Pare che Pio IX, verso gli ultimi anni di vita, avesse pure sviluppato una forma di pazzia.Oddio: a giudicare da quello che ha scritto, non so come avranno fatto a distinguere il nuovo stato mentale da quello precedente.

  30. #30 by mumita on 16 May 2006 - 11:36

    Mia mamma dice che quando il mio bisnonno era arrabbiato usava un’ espressione che sembra perfetta per definire la “cattiveria” del personaggio. Ad es: “Piove, Pio IX boia”!!Scusa la durezza ma non potevo non scriverla!!

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: