Parola del Signore

1Tm 2,11-12: "La donna impari in silenzio, con tutta sottomissione. Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge alluomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo".

 

Queste le parole di Paolo di Tarso, alias San Paolo, fondatore della religione cristiana

 

Interpretazione a)

Nei culti pagani, sia greci che orientali, le sacerdotesse erano allora assai numerose. Perciò se fosse vero quello che scrivono certi razionalisti circa losmosi che il cristianesimo avrebbe subito in codesto ambiente, il sacerdozio delle donne sarebbe stato più che normale anche nella nuova religione. Invece S. Paolo, che dordinario viene considerato il più sensibile a codesto influsso, ha respinto in tono intransigente qualsiasi cedimento nel senso indicato.

Abbiamo quindi il pieno diritto di considerare ben fondata sulle parole del Vecchio e del Nuovo Testamento, ossia sulla Rivelazione divina, la tesi comune dei manuali cattolici di teologia, che la donna è soggetto incapace di ricevere il sacramento dellOrdine. «Il sesso femminile», scrive il Bartmann, «non è capace di ricevere nessun Ordine sacramentale». E aggiunge: «La ragione non si trova certamente nella natura della donna, ma in un ordine positivo»

fonte: Padre Tito Sante dott. CENTI, O.P. (già professore negli « Studi Domenicani » in Fiesole e Pistoia)

Intepretazione b)

Isolati dal loro contesto, i testi potrebbero arrivare a queste conclusioni, essi però devono essere interpretati secondo i criteri di quella società in cui la donna non godeva nessun diritto pubblico.
San Paolo viveva in tale cultura; egli rispecchia la situazione del suo tempo, e non poteva essere diversamente. Derivare da tale cultura una norma valida per ogni tempo, sarebbe bloccare la storia, il che significa distruggerla o negarla.
La fede cristiana trascende il tempo. Essa però è sempre inserita nelle particolarità di unepoca, con le sue coordinate di significato storico, con i suoi costumi, con le sue leggi e i ruoli dei vari gruppi umani. La fede non interviene a sacralizzare tali espressioni, essa si inserisce in esse, senza però confondersi con esse. Per questo bisognerà sempre fare distinzione fra fede e teologia, tra messaggio cristiano e la sua espressione sociale, tra cristianesimo e la sua incarnazione dentro un determinato e limitato universo linguistico e culturale. Queste distinzioni, nel caso della posizione della donna nella Chiesa, hanno un loro peso e carattere indispensabile di necessità, se vogliamo capire le finalità fondamentali del cristianesimo che non sono affatto quelle di sacralizzare determinate espressioni culturali.

   fonte: Tratto da "Ecclesiogenesi" di Leonardo Boff, teologo brasiliano, ex frate e sacerdote francescano.

Scegliete voi quale versione preferite. Da parte mia, noto solo che la coperta è sempre troppo corta; comunque concordo con la prima.

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 24 August 2005 - 15:14

    L’importante è che ci creda almeno lui…

  2. #2 by mumita on 24 August 2005 - 15:00

    Accidenti come si sono accesi i toni…è proprio vero che quando si parla di religione si diventa subito intolleranti…Boh,sarà un effetto collaterale, come le bombe?In merito all’emancipazione femminile attribuita alla chiesa cattolica, beh si commenta da solo!! PS ti ho risposto da me in merito ai genitori nordici…

  3. #3 by GattoVI on 24 August 2005 - 00:31

    Noto che ad ogni tuo intervento io ho ribattuto portando fatti e link. Tu non hai mai risposto: sei solo passato oltre, ignorando le mie obiezioni.Forte della tua teoria premasticata, imparata a memoria come le capitali delle nazioni delle mondo, sei incapace di affrontare qualsiasi dibattito che esuli dalle tue vacillanti argomentazioni tautologiche e autoreferenziali.Sii fiero di essere pilastro di quell’immondezzaio che sta sul colle Vaticano.

  4. #4 by taspaolo on 24 August 2005 - 00:25

    dopo il tuo ultimo commento vedo che di umorista non ce n’è uno solo

  5. #5 by taspaolo on 24 August 2005 - 00:23

    tutto qui?beh, mi annoio nel ribattere a balbettii del genere,ciao ciao

  6. #6 by GattoVI on 24 August 2005 - 00:20

    Per quanto riguarda l’Islam, non sono un grand esperto purtroppo, ma la condizione femminile, tolte le fregnacce propagandate dalla Fallaci, è assolutamente migliore a quella della donna cristiana.Non confondere, in malafede, la società occidentale con la religione cattolica! Non è certo grazie a quest’ultima se oggi la donna può diventare teologo (vedi passo di Paolo di Tarso).

  7. #7 by GattoVI on 24 August 2005 - 00:17

    Ha ha ha. Questa poi è la barzelletta del secolo.La condizione attuale della donna ha quelle cose lì della chiesa cattolica come base??? Beh, se ti riferisci alle violenze che tuttora le donne subiscono, ai maltrattamenti, alle sevizie, alle discriminazioni, beh, allora sì, sono d’accordo.Altrimenti stai dicendo una fregnaccia grande come un palazzo!Visto che sono lì da almeno 2000 anni, visto che la chiesa ha sempre promosso questa parità, come è che la donna si è emancipata solo in questo secolo a seguito delle spinte femministe (vedi suffragette, per esempio)? Secolo che, guarda caso, ha visto un ridimensionamento della religione (cattolica)???Ma sei un umorista di professione?

  8. #8 by taspaolo on 24 August 2005 - 00:11

    non parla solo in quel punto della donna, comunque il passo che ho citato è la base teorica per i progressi che si sono fatti in occidente sulla condizione femminile, senza questa base non c’è stato miglioramento, vedi islam, oriente ecc. l’uguale dignità che è molto di più della semplice parità è un’idea cristiana,parla della condizione della donna nell’islam poi verrai a ringraziare il cristianesimo, ma blaterare sui cattolici è più figo.

  9. #9 by GattoVI on 24 August 2005 - 00:07

    Sì, siamo alle solite: grandi principi disattesi ogni millisecondo. Ma su Plutone, dove vivi tu, arriva Radio Maria?

  10. #10 by taspaolo on 23 August 2005 - 23:53

    “l’uomo e la donna sono stati creati da Dio in uguale dignità in quanto persone umane e, nello stesso tempo, in una reciproca complemntarietà essendo maschio e femmina…”n° 71 del Compendio de Catechismo della Chiesa Cattolica.

  11. #11 by GattoVI on 23 August 2005 - 23:45

    Maria era donna quanto Paperino è uomo: una donna, nata senza che ci fosse rapporto sessuale (immacolata concezione), che viene ingravidata e partorisce pur restando vergine, non fiata mai, non si lamenta ma, fa la buona donnina di casa, ovvero la serva del figlio e alla fine se ne sale in cielo è una donna? A me sembra la caricatura di una donna, tanto che lei è, appunto, la più perfetta fra le donne, ovvero nessun altra donna la potrà mai eguagliare.A questo punto, mi sembra che non sia tanto donna “normale”, ergo posso tranquillamente dire che adori una cosa che donna non è.Quanto alla Brigida: adorare è n conto. Rispettare come donna è un altro paio di maniche.

  12. #12 by taspaolo on 23 August 2005 - 23:36

    per il gatto, continuo a non capacitarmi del termine “fondatore” per quanto riguarda san Paolo, forse i croccantini erano avariati. accidenti nessuno si è reso conto che nella “multinazionale cattolica” proprio una donna ha un ruolo fondamentale e imprescindibile che è la Vergine Maria. rimando poi alle innumerevoli sante venerate da noi poveri misogini cattolici, tra cui santa Brigida, dato che c’è aria di Svezia

  13. #13 by GattoVI on 23 August 2005 - 22:17

    ierodule? E che sarebbero? Tu mi dirai: e cercatelo su google. C’hai pure raggggione, ma non c’ho voglia ;-)

  14. #14 by TheodoraB on 23 August 2005 - 21:59

    Tra le sacerdotesse c’erano pure le ierodule………da ciò l’usanza di certi conventi di clausura di seppellire i feti nei chiostri

  15. #15 by GattoVI on 23 August 2005 - 18:17

    scott.ronson: sulla figura di Paolo di Tarso si potrebbero scrivere milioni di righe. Certo si tratta di un grande personaggio che ha saputo spalmare vari miti uno sull’altro in modo da elaborare una religione (meglio: un pacificatore sociale) che tenesse a bada il popolo bue. E c’è riuscito egregiamente!arrabbiato: dal punto di vista umano, sono d’accordo con Leonard Boff (teologo che la chiesa ha costretto al silenzio). Ma dal punto di vista filosofico devo purtropo concordare col primo teologo. Una religione non può essere interpretata a seconda del momento. Se fosse così, se un domani dovesse emergere l’esigenza di avere un salvatore donna, sentiremo che Cristo era donna?

  16. #16 by Arrabbiato on 23 August 2005 - 17:17

    Uno dei migliori post che abbia letta da qualche mese a questa parte. Dopo il sincero complimento, passo al commento.Difficile scegliere, molto difficile. Mi verebbe quesi volgia di non farlo. Se lo facessi, nessuna delle due mi soddisferebbe in pieno. Comunque sia, la misogiana in ambito eccesiastico condusse e conduce ad errori madornali. Pasolini, riconosceva a San Paolo la colpa di aver fondato la Chiesa come istituzione, e le conseguenti storture che ne segiurono. Mi vedo quindi costretto ad appoggiare la prima tesi. Se si tratta di calare la chiesa nella storia appare chiaro che non è mai cambiata rispetto al sacerdozio femminile. Saluti!

  17. #17 by scott.ronson on 23 August 2005 - 17:13

    Brrr… tra l’altro paolo è una figura inquietantissima…Quanto fa noir e agente infiltrato il suo cambio di atteggiamento nei confronti del cristianesimo…(leggo troppo Ellroy, dannazione!)a.

  18. #18 by GattoVI on 23 August 2005 - 16:39

    gattopesce: grazie del chiarimento.

  19. #19 by utente anonimo on 23 August 2005 - 16:26

    Non so chi sia Maxwell e non ho voglia di mettermi a cercare in reteMaxwell è un tale inglese dell’ottocento che scrisse quattro equazioncine che legano il campo elettrico a quello magnetico tanto da dar vita al termine “elettromagnetico”, compresa la propagazione per onde di queste entità tra loro non scindibili. Qualcuno all’epoca, non essendoci applicazioni pratiche, gli chiese “ma a che servono?” ed egli rispose “ora come ora non lo so ma son sicuro che fra qualche decennio ci pagheremo sopra delle tasse”.Da quelle equazioncine sono state poi sviluppate applicazioni “banali e inutili” quali nuovi modi per il trasporto e la trasformazione dell’energia elettrica e di segnali informativi, tipo radio e TV: bazzecole per intenderci. Su cui noi, per inciso, paghiamo le tasse proprio come Maxwell sospettava….

  20. #20 by GattoVI on 23 August 2005 - 16:23

    Torgul: hai sentito le parole del successore del Santo-Subito domenica a Köln? Leggi quiSuggerimento: la religione di cui parla è, va da sé, la sua.

  21. #21 by Torgul on 23 August 2005 - 16:03

    P.S. Se posso…Grazie per la risposta, comunque, a ben vedere, gli anni tra il 10000 aC e il 1968/69 dC, non brillarono mai per parità nei confronti del genere femminile, ma questo non mi impedisce di pensare che questa violenza psicologica fosse nefasta, una monnezza, un obbrobio contro la dignità umana, anche se è durata così tanto.B) I cristiani (che non sono tutti cattolici) non credono (o almeno non dovrebbero) che la Bibbia sia PAROLA DEL SIGNORE.Non in senso letterale, quantomeno.Per quanto ispirata, la Parola biblica è parola umana, scritta da uomini per altri uomini e processata attraverso i loro umanissimi cervelletti.Non dico di diventare teologi (di fatto non lo auguro a nessuno), ma bersi a bocca spalancata le stronzate del primo tizio travestito da vedova incontrato a catechismo non mi sembra un ottima idea, in quanto a serenità di giudizio.Siddharta era un esempio fuori dal coro, per mantenere la discussione aperta, evidentemente se è la RELIGIOSITA’ tout court ad essere presa di mira, anche la mia voglia di dialettica scema, non mi diverto granchè a dissertare sui massimi sistemi…Per quel che riguarda BenedettineXVI, poi, absit iniura verbis…Comunque, ripeto, la Parola di Dio ha senso perchè parla a me, non perrchè ha parlato a Paolo di Tarso, lui è solo (come me) un testimone, non un legislatore.O almeno, in 27 anni di pratica battista io l’ho capita (e la predico la domenica mattina) così…

  22. #22 by GattoVI on 23 August 2005 - 15:44

    Vabbé il prosciutto sugli occhi, ma qui siamo davanti ad un caso di cecità autoimposta: vedi che aveva ragione mamma e che troppe seghe ti hanno fatto perdere la vista?Paolo di Tarso

  23. #23 by taspaolo on 23 August 2005 - 15:00

    credevo che il fondatore del cristianesimo fosse Gesù Cristo, alias Dio…si imparano sempre cose nuove.questa dove l’hai letta sul vangelo secondo dan brown?più leggo e più è divertente

  24. #24 by GattoVI on 23 August 2005 - 14:37

    mumita: qui esiste un tertium: lasciarli alle loro masturbazioni mentali (e sono stato elegante!)

  25. #25 by mumita on 23 August 2005 - 14:23

    io sono sempre scettica in merito alle religioni, ognuno crede di avere la “verità” assoluta e vuole imporla agli altri. Tutte le 3 grandi religioni monoteiste hanno “soffocato” la figura femminile e, se fosse per loro saremmo ancora all’età della pietra, in fatto di progresso tecnologico…mi vengono in mente le geniali intuizioni matematiche ed idrauliche degli arabi poi repressi da “veli” e quant’altro (anche dalle crociate cristiane!)o la fortissima intransigenza e il fanatismo degli ebrei ortodossi (quelli con cappello e treccine) che per pregare sbattono la testa contro il muro..in cui la donna vale meno di zero…e dulcis in fundo i Cattolici con le loro fissazioni sessuali..Insomma non saprei se scegliere A o B..

  26. #26 by GattoVI on 23 August 2005 - 13:07

    Montagna di Parole? Parole sante! ;-)Come far affondare in un mare id parole ogni più piccola azione, ogni dubbio, ogni domanda.Vai dal prete e gli chiedi come mai i Vangeli sono in disaccordo fra loro e questo ti travolgerà con paroloni tipo “transustanziazione” e bordate simili. Uno si spaventa e non chiede più nulla :-)

  27. #27 by CallMeIshmael on 23 August 2005 - 12:53

    non ci vedo nessuno scandalo nemmeno io, non sono un fisico ma conosco abbastanza la fisica da sapere che spesso lo stesso fenomeno può dar adito a diverse interpretazioni e modelli. Ma, sinceramente, non vedo neanche uno scandalo nel fatto che nell’ambito religioso, che tocca uno dei campi più insondabili, ci possano essere diverse interpretazioni delle stesse parole. Una volta avevo sentito dire che la attuale chiesa cattolica aveva sostituito il discorso della montagna con la montagna dei discorsi, e non sai quanto sia vero… ps: Maxwell è uno dei padri dell’elettromagnetismo

  28. #28 by GattoVI on 23 August 2005 - 09:32

    Non so chi sia Maxwell e non ho voglia di mettermi a cercare in rete. In ogni caso, ti rimando a questo link dove si precisa che cosa è la scienza e cosa non è. Riporto: […] Le teorie scientifiche sono sempre aperte a revisioni, nel caso che nuove evidenze contraddicano le previsioni. Gli scienziati non pretendono di avere la conoscenza assoluta, e persino i fondamenti di una teoria possono essere considerati errati, se nuovi dati e osservazioni contraddicono le precedenti.La Scienza non è la Religione e non è una religione. La Religione impone verità assolute ed universali a prescindere da tutto, tant’è che le Sacre Scritture sono, appunto, Parola di Dio. Nella Scienza non c’è Parola di Dio. Ergo: non vedo scandalo nella diatriba fra due scienziati che si scontrano sulle interpretazioni di equazioni. Lo vedo, eccome, nelle forzature di interpretazione dei testi religiosi

  29. #29 by CallMeIshmael on 23 August 2005 - 09:18

    Se ci sono fisici che si scannano sulle interpretazioni delle equazion di Maxwell, e ci sono, allora non vedo perchè… :-)

  30. #30 by GattoVI on 23 August 2005 - 09:05

    callmeishamel: io non spero né in a) né in b). Non mi riguarda. Godo solo quando vedo i cattolici scannarsi fra di loro su questioni teologiche e di intepretazione dei loro testi sacri.Come si vede, due teologi cattolci danno interpretazioni diverse dello stesso passo.Ma non era Parola del Signore? ;-)

  31. #31 by CallMeIshmael on 23 August 2005 - 08:49

    Gatto, io voglio sperare nella (B)La chiesa è comunque una aggregazione molto, ma molto, più variegata e multiforme di quanto ci fanno credere i tiggì di oggi. Lascia stare Vespa Pera, Zio Ben, Cielle, Opusdei e i san-to-su-bi-to. Purtroppo oggi sono loro se non i maggioritari, quelli che battono meglio sulla grancassa. In italia si sono appoggiati ad una classe politica moralmente indegna in cambio del piatto di lentichie dei quattro soldi dati alle scuole cattoliche. Questa è prostituzione bella e buona. E non si vergognano e non si incazzano a farsi difendere da quei minus habens dei leghisti, che sino a due anni fa tuonavano contro di loro, e si facevano le pippe alle sorgenti del Dio Po.

  32. #32 by GattoVI on 23 August 2005 - 08:14

    larvotto: Pera appartiene a quella corrente che fa sembrare come un eretico modernista il primo teologo riportato nel post :-)

  33. #33 by larvotto on 23 August 2005 - 02:09

    Pensavo fosse parte del discorso di Pera al convegno di comunione e liberazione di Rimini :o)

  34. #34 by GattoVI on 23 August 2005 - 00:48

    Gentile Torgul: la inviterei a leggersi tutto il blog: capirebbe il senso di questo post.In seconda istanza: a me la religione, qualunque religione, dà l’orticaria. Se ho scelto la prima interpretazione è perché la trovo coerente con la visione universalistica e non contingente della chiesa cattolica: le parole di Paolo di Tarso esprimevano un concetto ben preciso che non può relativizzarsi al tempo in cui le parole sono state pronunciate, altrimenti ogni parola ed ogni insegnamento contenuto nel Vecchio e nel Nuovo Testamento cambierebbero tanto da far considerare questo tomo solo una banderuola al vento. Ma, ricordiamcelo, i Vangeli sono Parola del Signore, così come lo è La Bibbia: la Parola del Signore cambia significato nel tempo? Be-ne-det-to XVI direbbe, giustamente, che siamo dei relativisti.Per questo non concordo col secondo teologo.Terzo: mi frega assai che Siddharta non vedesse di buon occhio le monache. Sto parlando di 2 teologi cattolici che si confrontano su un passo cristiano/cattolico. Cosa c’entra Siddharta?? Stiamo discutendo di patate e lei mi tira fuori un discorso sulle verruche ai piedi?????Se per caso il succo del discorso fosse: ma loro sono peggio (o tanto malefici) (di) quanto lo siamo noi, beh, sappia che, se fossimo sulla mitica torre, non avrei problemi a buttare entrambi, per non fare torto a nessuno.Grazie della visita.

  35. #35 by Torgul on 22 August 2005 - 23:20

    P.S. Siddharta Gautama non vedeva di buon occhio le monache buddiste, e non è mai stato concorde nella nascita di monasteri femminili.E’ vero, la coperta è troppo corta. Per tutti.Saluti.

  36. #36 by Torgul on 22 August 2005 - 23:15

    Ah…Lei concorda con la seguente affermazione?«Il sesso femminile», scrive il Bartmann, «non è capace di ricevere nessun Ordine sacramentale». E aggiunge: «La ragione non si trova certamente nella natura della donna, ma in un ordine positivo»E allora, se io, alla luce di un ordine altrettanto positivo le togliessi il diritto di parola?Potrebbe egualmente concordare?Bah, a volte mi chiedo da che parte sta il Signore…

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: