Vomito

In un paese qualsiasi (tranne, forse, la Tanzania) un funzionario pubblico, scoperto a fare giochetti del genere, avrebbe presentato subito le dimissioni!

In Italia no! Fazio e la Banca dItalia difendono questo operato: la morale non conta,  la funzione, linteresse pubblico non sono che parole vuote e prive di senso. Limportante è lamicizia, la massoneria che lega i vari personaggi che tirano i fili.

Il senso di nausea per quel paese che non mi appartiene più, ma che continuo ad amare, non fa che aumentare!

 

Nota a margine. Fazio, fra le altre cose, ha fatto pressione proprio sulla Banca di Lodi perchè salvasse dal fallimento la Banca della Lega, la Credinord. Un caso che la Lega Nord abbia sempre spalato merda sul Governatore della Banca dItalia per poi, improvvisamente, cambiare idea (strano! La Lega non lo fa mai, sempre coerente con el sue idee, eh?) e votare per Fazio la carica a vita (!!!!) di Governatore della Banca dItalia e diventarne uno dei sostenitori? (leggi qui) No, non è un caso.

 

28/07/05 aggiornamento: il ministro del Welfare (che roba sarà, poi, mah!) Roberto Maroni difende Fazio. A parte che non capisco perché intervenga questo ministero e non quello delleconomia in caso, non si può non notare che Maroni è, guarda le coincidenze della vita a volte, della Lega Nord.

<!– –>

  1. #1 by Arrabbiato on 28 July 2005 - 06:30

    Lei caro mio dovrebbe parlare più spesso di politica. Bel post!

  2. #2 by Alex_Vr on 27 July 2005 - 20:31

    forse a Fazio piace la Falchi e ha chiesto a Ricucci se in cambio gli fa fare un giro…;-)

  3. #3 by utente anonimo on 27 July 2005 - 17:51

    non a caso leggo che riceve solidarieta’ dal gran “muratore” cossiga e, sempre preso a caso dal mazzo, mastella :”il fatto che i magistrati intervengono nelle vicende bancarie, non è una buona cosa per il nostro paese”.eh gia’ gia’ !!!

  4. #4 by mumita on 27 July 2005 - 17:33

    Ahi, la mia amata patria ridotta uno straccio dai suoi stessi abitanti! purtroppo è sempre stato così, sin dai tempi dei tempi, tutte manovre subdole per fregare il prossimo…e il prossimo è sempre il popolo italiano!Come Gatto anche io amo il mio paese, forse stando all’estero lo amo ancora di più, perchè mi rendo conto che mi mancano moltissime cose dell’Italia anche se mi mancano meno gli italiani!!Ecco, in autunno rientrerò ed il mio stato d’animo è confuso e spaventato, ma soprattutto è disgustato quando pensa che esistono persone che hanno mandato in Parlamento gente come Calderoli o addirittura hanno mandato in Europa Borghezio… in questi casi mi sale la carogna!!Per fortuna non tutti gli italiani sono da buttare via, lo dimostrano le persone che scrivono in questo blog, quindi incrocio le dita e guardo avanti!

  5. #5 by kusanagi on 27 July 2005 - 17:17

    @ale: voglio leggerlo, quel libro, anche perche’ la penso in maniera molto simile, e lui e’ uno che quel paese lo conosce..riguardo agli italiani, penso che spesso sia in evidenza la parte piu’ becera ed ignorante del paese, purtroppo, e rinunciando alla nostra italianita’ facciamo il loro gioco…anche se spesso la tentazione viene pure amme’….

  6. #6 by utente anonimo on 27 July 2005 - 17:09

    “E’ un’ambivalenza che si traduce in odio e amore per questo paese e talvolta mi è stata rimproverata dagli amici, che mi accusano di criticare troppo l’America o di essere troppo filoamericano. E’ vero, odio e amore sono compagni di viaggio inseparabili quando attraverso gli Stati Uniti e non intendo nascondere nel portabagagli nè l’uno nè l’altro. Lascio che la loro voce parli liberamente, sia quando la maestra cerca di imporre a mia figlia Chiara di cantare l’inno americano in classe (e lei, la piccola de Amicis, rifiuta), sia quando un’intera città come Los Angeles si mette a mia disposizione per mostrarmi non le opere del regime, ma i suoi orrori più indicibili, con coraggio disarmante.Non è obiettività, la mia, è soltanto la disperazione di chi si è convinto, dopo avere ascoltato le mille e una “verità finali” sull’America, che questo paese è un enorme specchio, nel quale il resto del mondo guarda se stesso cambiare e non sempre si piace. Mi disse un giorno mio figlio Guido, lo yankee, che aveva allora dieci anni: “Adoro l’America e mi danno fastidio gli americani”. E aveva ragione: quanti di noi si amano quando si guardano allo specchio il mattino, al “naturale”? Adesso che ci penso, forse questo libro avrebbe dovuto scriverlo mio figlio”.Vittorio Zucconi, Prologo, in Si fa presto a dire America, 1988

  7. #7 by GattoVI on 27 July 2005 - 16:28

    Mai negato di amare l’Italia: io odio gli italiani!

  8. #8 by jackpatch on 27 July 2005 - 16:09

    Almeno ammetti che ami l’Italia… ? gi? un passo…

  9. #9 by GattoVI on 27 July 2005 - 13:21

    Potremmo avere una Lega Nord invasa dalle lesbiche, allora

  10. #10 by utente anonimo on 27 July 2005 - 13:13

    Non ti conviene: vista la ridotta capacità intellettiva media dell’italico popolo, finisce che capiscono “la Lega porta figa“.E siccome si sa, come dice il noto proverbio, “tira più un pelo di…”, finisce che poi la voce si sparge e ci ritroviamo sommersi di buzziconi in camicia verde (“vomito di rana”, per citare le immortali parole di Mark).Un incubo.Ale

  11. #11 by GattoVI on 27 July 2005 - 11:36

    Direi che porta pure sfiga, a questo punto ;-)Ecco, spargiamo la voce: votare Lega porta sfiga!

  12. #12 by utente anonimo on 27 July 2005 - 11:22

    la coerenza della lega nord è proverbiale: quelli che oggi chiedono il referendum per tornare alla lira sono gli stessi che qualche anno fa chiesero alla commissione europea cosa bisognasse fare perché la futura repubblica di padania entrasse subito nell’euro e che minacciarono la secessione se l’italia non fosse entrata subito tra le nazioni aderenti all’euro.ma si sa, la lega conta molto sulla scarsità endemica di neuroni da parte dei suoi sostenitori

  13. #13 by GattoVI on 27 July 2005 - 10:04

    Pareva brutta andarsene senza lasciare un ricordino ;-)Adesso correggo :-)

  14. #14 by kusanagi on 27 July 2005 - 09:42

    E parlando di vomito, la gatta dei miei ha deciso di lasciarci un ricordino proprio oggi al risveglio, visto che era il suo ultimo giorno di permanenza da noi…mhhh , non so se interpretarlo come un segno di sodddisfazione per il servizio… :?Tornando a noi, invece, sappi che ho gia’ ricevuto proteste ufficiali dall’ambasciata della Tanzania qui nel paese cne non ti “pappartiene”, ottimo neologismo per dire che qua che stanno a pappa’ tutto tra de loro…. :))

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: