Ore 10,02: E la Luna Bussò di Loredana Bertè su Radio City 105,3

Beh, piuttosto di Ramazzotti o (orrore! ) Zucchero….

Fa un po impressione sentire litaliano quando il tuo orecchio si aspetta solo mugugni e biascichii di questa lingua brütta, ma brütta brütta che è lo svedese.

 

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 14 July 2005 - 14:06

    Le ho lette e ti ho pure risposto.Vedo che ti sei già impadronito dell’idioma locale ;-)

  2. #2 by jackpatch on 14 July 2005 - 13:45

    Che sarebbe: “Chë minkiå fy?!” :)PS: hai letto le mie email?

  3. #3 by GattoVI on 14 July 2005 - 13:43

    jackpatch: ma con l’accento di Uppsala (pron. Uppsàla) spero ;-)

  4. #4 by jackpatch on 14 July 2005 - 13:40

    Gi?… Se poi sei in sala operatoria, nel bel mezzo di una operazione alquanto complicata e senti un chirurgo fare uno JAHA, ti viene un colpo e ti viene da sbottare in perfetto svedese: “Che minchia fu?!?!” ;P

  5. #5 by GattoVI on 14 July 2005 - 13:05

    Sì, ma il bergamasco non ti fa pensare ad uno in crisi d’aria… (al limite, in crisi da grappa) ;-)

  6. #6 by utente anonimo on 14 July 2005 - 12:15

    in altri termini, se ho capito bene un bergamasco svedese invece che “pota!” dice “jaha!”, giusto?

  7. #7 by GattoVI on 14 July 2005 - 11:40

    Lo Jaha! Ogni volta sembra che stia per venire loro un colpo o che prendano uno spavento; invece è un intercalare. Strane usanze locali :-)

  8. #8 by jackpatch on 14 July 2005 - 11:35

    Il prossimo post lo dedicheró alla strana abitudine dello stridore inspiratorio asmatico che gli svedesi hanno mentre parlano… tu ci hai fatto l’abitudine?!?! :)

  9. #9 by Broken_Bridge on 22 June 2005 - 02:20

    A me la Bertè non dice niente, però “E la luna bussò” è un gran pezzo di reggae italiano!Tra l’altro per lavoro mi è capitato di vederla in concerto un po’ di anni fa, ormai sfondata, in una triste discoteca equivoca dell’hinterland torinese. E’ stata una delle esperienze più meste della mia vita, con lei che si faceva suonare le basi da un CD e ci faceva una specie di karaoke sopra.

  10. #10 by mumita on 21 June 2005 - 14:45

    Anche a me piace la Bertè, ha una voce molto bella e particolare…Sei stato sfigato ad incontrare norvegesi “somari” in inglese, quelli che ho conosciuto io parlano tutti mooooolto bene ed hanno una pronuncia favolosa…sono somari per tutte le altre materie, eh eh!!Storia, geografia, arte, al massimo gli dò 2!!Filosofia = nc non la studiano in nessuna scuola!!!!!

  11. #11 by utente anonimo on 21 June 2005 - 14:39

    già.larvotto…sottoscrivo…..

  12. #12 by GattoVI on 21 June 2005 - 14:39

    La Bertè piace anche a me in alcune sue canzoni: questa è bellissima.

  13. #13 by utente anonimo on 21 June 2005 - 14:35

    ehm… non entro nel merito delle pronunce, so a malapena l’italiano… però quella canzone della Bertè è stupenda :)ciao

  14. #14 by GattoVI on 21 June 2005 - 13:57

    Ma dai! I norvegesi? Allora i più somari li ho incontrati io, visto che quando parlo con loro (per lavoro) mi pare di parlare con gli srtudenti del corso base di inglese…

  15. #15 by mumita on 21 June 2005 - 13:38

    Alcuni miei studenti (considera che, per il culo che mi contraddistingue, l’età media era 60 anni!!!) mi hanno riferito che, siccome qui fino al dopoguerra non c’era una vera lingua ufficiale, in tv negli anni 50′ facevano programmi specifici di grammatica per insegnare ai norvegesi la “loro lingua” . Cosa che in parte è avvenuta anche da noi, dato che in passato la Tv ha aiutato a darci un’uniformità di linguaggio.Purtroppo qui, già dagli anni 60′ hanno avuto l’invasione di programmi in lingua inglese e questo ha creato degli squilibri, anche se li ha certamente favoriti nell’imparare un altra lingua!Secondo uno studio recente in norvegesi sono il popolo che parla meglio inglese al mondo.

  16. #16 by GattoVI on 21 June 2005 - 13:06

    mumita: ho lo stesso problema. Leggo e scrivo ma non riesco a capire quando parlano!!! Sarà che si mangiano i 3/4 delle parole (es. dagar (giorni) diventa /dar/), sarà che qui, appunto, parlano un dialettazzo masticato, sarà perché ti amo, non lo so, ma non li capisco :-(E poi non concepisco che non ci sia una lingua ufficiale: in Italia, c’è l’italiano, magari con forte accento regionale, ma nessuno ti viene a dire vento per venti (il numero): qui tjugo (20) pron. /shugo/, l’ho sentito pronunciare /shughe/, /shughi/ e /shugo/ (mi perdonino i linguisti per la scarsa qualità delle mie approssimazioni sulla pornuncia e grafia della stessa)

  17. #17 by mumita on 21 June 2005 - 12:52

    Accidenti non mi parlate di norvegese,avevo cominciato a studiarlo e lo trovavo pure interessante (ogni lingua ha qualcosa di affascinante, per fortuna!). In realtà riesco a leggere e a comprendere molte cose ma non capisco un fico secco quando parlano!! Il difficile sta proprio nel capire quello che dicono, anche perchè oltre alla due lingue ufficiali, che hai citato, ci sono una miriade di dialetti diversissimi tra loro, e in più i norge parlano velocissimi!!!Pensa che ho un amico italiano, che parla bene norvegese, ma quando è andato da Oslo a Bergen non riusciva a capire quasi nulla…un pò come se un veneto e un siciliano si incontrano e parlano tra loro in dialetto…..non c’è possibilità di comprensione!!!

  18. #18 by GattoVI on 21 June 2005 - 11:46

    è sì. è mè quést’italiàno pièno di accènti ed apòstrofi usàti a casàccìo pàre mòlto mà mòlto mèglio del nòrvegése ;-)

  19. #19 by utente anonimo on 21 June 2005 - 11:37

    å me queste lingüe nørdiche e scåndinåve cøsì piene di / e di º fån venire il nervøsø

  20. #20 by GattoVI on 21 June 2005 - 11:13

    Figurati se si fanno mancare qualcosa ;-) Fra le due c’è una bella differenza, credimi!Leggi qui

  21. #21 by Alex_Vr on 21 June 2005 - 11:09

    O santo cielo… che differenza c’è?2 lingue per poco più di 4 milioni di popolazione? Esagerati!:-)

  22. #22 by GattoVI on 21 June 2005 - 11:00

    L’altra faccia del norvegese è che dipende da quale norvegese intendi: nynorsk o bokmål? He he heIn Norvegia ci sono 2 lingue parallele!

  23. #23 by Alex_Vr on 21 June 2005 - 10:48

    Ecco infatti che il norvegese mi sembrava più semplice…;-P

  24. #24 by GattoVI on 21 June 2005 - 10:44

    Le assurdità della lingua svedese meriteranno un post a parte.Comunque la “g” in “borg” si pronuncia /i/ in questo caso perché è in finale di parola e preceduta da consonante (e poi che consonante! La “r” è un disastro in svedese, visto che si fonde con 4/5 delle altre lettere dando origine a suoni assurdi!!!)Nel caso di jag (e mig, dig, sig…) invece, si tratta “solamente” dello sfasamento fra lingua scritta e parlata. Il norvegese, per esempio, scrive la pronuncia dej, non dig.

  25. #25 by Alex_Vr on 21 June 2005 - 10:28

    questa pronuncia della g finale in -i varia a seconda del caso o in base alla vocale o alla consonate che lo precede? Jag si legge g e mig si legge i… che casino…P.S. Dunque, riassumendo, di musica italiana gli svedesi conoscono: Pausini, Bocelli, Ramazzotti, Zucchero e Bertè…

  26. #26 by GattoVI on 21 June 2005 - 10:23

    Mah. Non ho mai indagato l’episodio Borg-Bertè con gli svedesi.P.S.: Borg si pronuncia /bori/

  27. #27 by Alex_Vr on 21 June 2005 - 10:13

    Ma dopo quello che è successo con Borg, non la censurano la Bertè?;-)

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: