Su La Repubblica leggo che RaiUno manderà in onda uno sceneggiato  che parlerà di un padre che scopre di avere un figlio gay. La produzione si è affrettata a spiegare di aver evitato i  cliché.
La domanda che mi pongo io è: nella Rai(Uno) governata dallaccoppiata Vaticano-Destra come si farà a parlare di omosessualità senza cadere nei luoghi comuni? E il MOIGE dove sta? Darà la sua consulenza preventiva?
<!– –>

  1. #1 by raccoss on 11 January 2005 - 22:53

    Alla fine come finisce?

  2. #2 by Alex_Vr on 10 January 2005 - 18:09

    “Basterà”, per cosa? Per il suicidio? :-)

  3. #3 by Arsenio76 on 10 January 2005 - 17:38

    Io conosco solo due locali frequentati da gay. Uno è un bar e quindi, al massimo ti ubriachi, l’altro è quello che si definisce ‘lo storico locale milanese’ e praticamente è più simile ad una cloaca… sì, forse tenterò pure io il suicidio. C’è una seconda parte del film-tv di Buzzanca? Basterà?

  4. #4 by GattoVI on 10 January 2005 - 16:01

    In effetti, una volta entrati in un locale gay, si capisce benissimo perché viene voglia di suicidarsi… :-/

  5. #5 by Alex_Vr on 10 January 2005 - 14:24

    Io l’ho trovato noioso… l’ho guardato a tratti… ed è di una lentezza mortale e comunque tutto rivolto a fare “gigioneggiare” Buzzanca… quanto all’omosessualità, bah… la morale della prima puntata sembra dire: “attenti ai locali gay perché vi si commettono omicidi”, in realtà non sanno che sono noiosi quanto questo film:-)

  6. #6 by utente anonimo on 10 January 2005 - 14:13

    a quanto pare, nella realtà lando buzzanca ha davvero un figlio gay (udite udite) e questo potrebbe far pensare a qualcosa di meno stereotipato del previsto. la prima puntata non l’ho vista, ero al the domenicale delle vecchie signore, vedremo stasera.

  7. #7 by TheodoraB on 10 January 2005 - 11:55

    Bhè il Vaticano e la destra sono pieni di gay…..quindi forse è quasi una garanzia

  8. #8 by jackpatch on 10 January 2005 - 01:16

    Ancora deve finire, ma una cosa è certa: se continuano a recitare i cani sulla TV italiana faccio bene a tenerla sempre spenta…

  9. #9 by GattoVI on 9 January 2005 - 23:05

    Io sono mooooolto pessimista: si tratta di RaiUno, mica la TV olandese!!!Come ha detto larvotto mi sa che va a finire che il tizio si accorge che “era solo una fase passeggera” e per rendere fiero il genitore, se ne va a fare un puttan-tour.Oppure, sconfortato dai sensi di colpa per aver dato così tanti dispiaceri alla famiglia, muore in qualche maniera: suicida, perché così vuole la morale destrorsa, oppure di AIDS.Oppure ancora: apre un bel salone taglio-messa in piega e fa i capelli a tutta la compagnia comandata dal padre ;-)

  10. #10 by marcolor on 9 January 2005 - 22:46

    Non so come finirà sta storia ma so solo che mia madre è di la che la sta guradando dopo che l’anno scorso scoprirono che sono omosessuale. Spero vivamente che non ci siano troppi stereotipi e cose sceme (cosa molto probabile) e soprattutto spero che l’omosessualità non sia presentata come qualcosa di negativo, visto che la fiction come altri generi televisivi hanno una capacità pedagica che spesso non sanno utlizzare al meglio. E speriamo che domani a tavola non ci siano altre storie…

  11. #11 by GattoVI on 9 January 2005 - 19:44

    larvotto: penso pure io che finirà cosìutente anonimo: chi razzola nella stalla coi maiali, è molto probabilmente un maiale anch’esso… e da maiale pensa… P.S.:che fine ha fatto la barra della formattazione di splinder nei commenti? Stamattina c’era, adesso è scomparsa!

  12. #12 by utente anonimo on 9 January 2005 - 19:33

    Questa volta potrebbe anche andar bene, però. Ne aveva già parlato Aelred, e l’intervista all’attore fa ben sperare:?L’idea è mia ? ha spiegato Buzzanca ? mi è venuta ascoltando la continua e giusta ricerca di riconoscimento degli omosessuali all’interno della società. Il cinema ha spesso affrontato questo tema ma mai dal punto di vista di un padre. L’omosessualità non è una patologia ma un’alternativa naturale all’eterosessualità?.

  13. #13 by larvotto on 9 January 2005 - 19:32

    casomai poi, nel finale, colpo di scena con il figlio che si scopre fan della gnocca. Uno sguardo al padre, poi gli dice “oh papà, avevi ragione tu, l’avessi provata prima”, abbraccio, blocco scena, musica, titoli di coda… :)

  14. #14 by Alex_Vr on 9 January 2005 - 18:29

    Senza considerare che l’attore protagoista, Buzzanca, è notoriamente in quota AN… come si dice in Francia “tout se tient” :-)

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: