Brevissime

Per ogni furbo, cè qualcun altro che paga.

Ecomodo fare lalternativo e seguire solo le proprie regole, aspettandosi però che il resto del mondo sia fatto di pecoroni al nostro servizio (per la serie: “cioè, ma come è lento sto cameriere a portarmi la mia birra alternativa”, o i campioni di puzza sotto il naso, sempre mooolto alternativi e schifati, con in tasca quei soldi che i loro genitori si sono sudati nei modi che loro disprezzano , perché loro sono liberi)

<!– –>

  1. #1 by Theron on 7 August 2004 - 09:19

    Al mio ritorno spero di avere più tempo per leggerti… Un saluto!

  2. #2 by peix on 6 August 2004 - 23:28

    grazie del passaggio, e del contributo alla discussione. logicamente l’esempio sulla koinè così come ribaltato da te è più calzante, ma io parlavo proprio dell’impoverimento del lessico utilizzato in italiano causa inserimento di termini inglesi, e il riferimento alla koiné era quindi giocato proprio in tali termini, forse in modo improprio come già notavo io stesso. sulla ricchezza dell’inglese esprimo invece qualche riserva: una parola come glass, ad esempio, vuol dire tantissime cose… forse troppe, no?ciao

  3. #3 by quisquose on 6 August 2004 - 17:54

    Ad ogni modo, molti smettono di essere “alternativi” di colpo, quando i soldi sono i loro….

  4. #4 by Chiaralba on 6 August 2004 - 15:04

    Oggiogiorno la normalità è la cosa più alternativa che ci sia

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: