Vivendo in Italia non si può fare a meno di notare come tutto sia volgarizzato (nel senso peggiore del termine). E non parlo solo della parola cazzo è entrata nelluso come normale interiezione o tappabuchi (no comments, please… :) ).

Parlo in generale del livello medio di pensiero espresso ovunque. La TV, che una volta era maestra di lingua non fa che limitarsi a riproporre come uno specchio chi la guarda. Ecco dunque che dilagano queste cretinate di talk show de noantri, dove la gente va a raccontare i fattacci propri.

Di nuovo mi chiedo: quale è lutilità di tutto questo? Cosa resta al telespettatore medio dopo aver spiato un po i fattacci altrui in TV? Cosa ha imparato? Come è riuscito ad intaccare la propria vita?

Poi ti capita di far notare tutto ciò a chi non ha alcuna voglia di sentirselo dire e allora ti viene rinfacciato che vuoi fare il professorino.

Boh, forse sarà proprio così. Forse sono più attento alla forma che al contenuto, ma qui di contenuto proprio non ne vedo.

La direttiva imperante è quella di livellare tutto verso il basso, ma questo fa sì che chi “in basso” già sta non abbia alcuno stimolo a cambiare e gli altri perdano ogni interesse visto che tanto, è tutto uguale….

<!– –>

  1. #1 by GattoVI on 6 August 2004 - 18:39

    mi fanno notare che si dice cui prodest. Ringrazio per la correzione :)

  2. #2 by TheodoraB on 6 August 2004 - 10:28

    Non credo che il nulla abbia limiti…….

  3. #3 by h2no3 on 6 August 2004 - 03:50

    secondo me, si tratta di “creare un mercato”, concetto di marketing esportato in politica: lo sapevano anche gli antichi che un popolo IGNORANTE è più facile da governare; sapere è potere; e capire lo è ancora di più … peccato che alla lunga NON funziona !! ne sanno qualcosa i Re di Francia e anche gli Zar, Francisco Franco, Augusto Pinochet, ecc. ecc.

  4. #4 by GattoVI on 5 August 2004 - 20:10

    la domanda nasce spontanea: qui prodest?

  5. #5 by ofelia71 on 5 August 2004 - 18:03

    secondo me a qualcuno “giova” se i cervelli si spengono e la melassa-blob è la stessa per tutti !

  6. #6 by GattoVI on 5 August 2004 - 17:21

    Beh, non è proprio nostalgia di quel che era. E’ proprio una questione di raggiunti limiti nei confronti della nullità.

  7. #7 by disoccupataMENTALE on 5 August 2004 - 16:50

    c hai ragione..

  8. #8 by TheodoraB on 5 August 2004 - 16:29

    La nostalgia del come era……..in tutti i campi, quindi.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: